C’era una volta a… Hollywood vola al giorno d’apertura

Quasi diciassette milioni al primo giorno nelle sale americane.

C'era una volta a... Hollywood
C'era una volta a... Hollywood, la recensione
Condividi l'articolo

Che C’era una volta a… Hollywood fosse un film destinato a far parlare di sé, lo si era capito sin da subito. Basta ormai una mezza dichiarazione di Quentin Tarantino a far sobbalzare alle stelle la fibrillazione da cinema. Un autore che ormai richiama una grandissima quantità di pubblico nelle sale, proprio in questo periodo di crisi. Non è dunque un caso che il film segni il miglior debutto di sempre nella filmografia di Quentin Tarantino. Al day-one, C’era una volta a Hollywood ha incassato 16.8 milioni di dollari in America, inserendosi di prepotenza tra il live action Disney Il Re Leone e Spider-Man: Far From Home, usciti già da qualche settimana.

Seguono nella classifica Toy Story 4 e Crawl, il survival horror di Alexandre Aja prodotto da Sam Raimi. Si parla quindi di un weekend che vedrà i cinema USA incassare circa quaranta milioni solo da C’era una volta a… Hollywood. Un esordio col botto, in tutti i sensi. Mai fino ad ora un film di Quentin Tarantino aveva esordito con una cifra d’incasso così alta. Ci si potrebbe chiedere se effettivamente sia classificabile come “notizia“, questa appena citata, visto che si sta parlando di un film che ha fatto discutere ed emozionare tutta Cannes nei giorni di festival. Moltissimi pareri parlano addirittura del suo miglior film, o per parafrasare Aldo Raine, quello che potrebbe essere il suo capolavoro.

LEGGI ANCHE:  Tarantino e il multiverso di C'era una volta a Hollywood: i personaggi reali

Ancora qualche mese e potremo assaporarlo tutti. Intanto, preparatevi ad assistere ad una sorpresa targata LaScimmiaPensa.com.