Gita su un lago tossico, la nuova moda degli instagramers

Fonte: CNN

Scambiato per un paradiso terrestre, il lago in questione è tossico e dannoso.

C’è un lago vicino a Novosibirsk, la terza città più grande della Russia, uno specchio d’acqua nel bel mezzo della Siberia. L’acqua cristallina e dalla forte pigmentazione turchese ha fatto da richiamo per molte persone che cercavano una sensazione da Mar dei Caraibi. Pertanto, alcuni instagramers si sono recati sul posto e hanno caricato sul social le foto del lago. Il luogo è diventato immediatamente un punto di pellegrinaggio per i bagnanti e per i curiosi della città, che volevano dimostrare l’autenticità di quel paradiso. Improvvisamente, Instagram si è trovata invasa dalle foto del lago di Novosibirsk: foto di novelli sposi che si abbracciano sulle loro rive, bagnanti con unicorni gonfiabili colorati che attraversano le acque e aspiranti influencer che posano in bikini o fanno yoga sulle loro panchine.

Lago

Nonostante l’oggettiva bellezza della location, quelle acque nascondono un’ inquietante verità. Questo lago non è un lago. Ma bensì una diga dove vengono lanciati i rifiuti tossici provenienti da una vicina centrale termoelettrica, che riforniscono l’intera città di Novosibirsk (1,6 milioni di abitanti). Tra questi liquami ci sono anche le ceneri del carbone bruciato nella centrale stessa. Questo paradiso, pronto per essere fotografato e condiviso con l’hashtag, non è altro che una discarica di ossidi metallici dannosi per la pelle al semplice contatto. Le sue acque sono blu turchese a causa di una reazione chimica

Lago

L’avvertimento è stato dato dalla Siberian Generating Company, allarmata dalla popolarità del luogo sui social network. Il blogger Stanislav Rajev ha dichiarato al Siberian Times che migliaia di cittadini di Novosibirsk e di turisti si recano lì in auto, a cavallo o in bicicletta, portando birra e allestendo barbecue. Alcuni dei suoi visitatori hanno dichiarato che l’acqua ha un buon profumo, come di detersivo per il bucato. Sebbene la Siberian Generating Company neghi qualsiasi rischio di radiazioni, ha però messo in guardia dalle possibili reazioni allergiche. Ha anche valutato il rischio di impantanarsi sul fondo paludoso, cosa che renderebbe difficoltoso, ai nuotatori meno esperti, di uscire dall’acqua.

Lago

Né la vicinanza alla centrale termoelettrica (i cui camini sono visibili da entrambi gli edifici più alti a Novosibirsk), né il suo odore di detersivo sembrano scoraggiare gli instagramer audaci nel farsi un bello scatto per guadagnarsi qualche like. “Questa non è una spiaggia“, hanno avvertito in un comunicato. Attendiamo curiosi nuovi aggiornamenti.

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su Lasciammiapensa.com per nuovi approfondimenti e news.