Game of Thrones 8: gli autori spiegano le scelte di Daenerys

David Benioff e D.B. Weiss hanno parlato a Inside The Episode delle scelte fatte da Daenerys nel quinto episodio

Game of Thrones 8: il finale è in una playlist di Spotify, trovalo!

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SULL’EPISODIO 8X05 DI GAME OF THRONES.

The Bells, il quinto episodio della serie, ha messo in chiaro quale sarà il destino di Daenerys Targaryen. Sebbene l’episodio in sé abbia fatto molto discutere – proprio come era avvenuto con The Long Night – una cosa è chiara a tutti: Daenerys è ufficialmente impazzita.

Nella puntata, infatti, abbiamo visto la non-più-unica erede di casa Targaryen ascoltare il suono delle campane che segnavano la resa di Approdo del Re e invece di placare l’ira dei suoi soldati, Daenerys ha preso ad incendiare tutto e tutti in sella a Drogon.

La sua scelta ha portato alla morte di Cersei e Jamie, che perdono la vita sotto le macerie; ma le azioni della Nata dalla Tempesta hanno fatto arrabbiare una buona parte del fandom di Game of Thrones perché fatte in modo troppo repentino e in modo troppo incoerente rispetto al personaggio stesso.

Leggi anche: GoT 8, i pagelloni della quarta puntata

Tuttavia i creatori dello show, David Benioff e D.B. Weiss sono di tutt’altro avviso e durante l’appuntamento video con Inside The Episode, i due hanno mantenuto la loro posizione, difendendo le loro scelte, sottolineando che i segnali dell’evidente pazzia di Daenerys fossero presenti sin dalla prima stagione.

Basta guardare a quando Khal Drogo da la corona d’oro a Viserys e osservare la reazione di Daenerys mentre guarda la testa di suo fratellos sciogliersi, ” ha spiegato David Benioff. “È stato un terribile fratello, perciò nessuno ha veramente sofferto quando Viserys è morto. Ma è davvero inquietante il modo in cui Daenerys ha reagito“. Soprattutto, aggiungiamo noi, se si tiene conto che poi ha chiamato uno dei suoi tre draghi Viseryon, proprio per omaggiare il fratello deceduto.

David Benioff, però, vuol rendere ancora giustizia ad uno dei personaggi più amati della serie, sottolineando che sono state le circostanze a portare in superficie il lato più oscuro di Dany. Un lato che preesisteva, ma che probabilmente non sarebbe emerso con tanta potenza se le cose fossero andate diversamente. In altre parole, David Benioff cerca di giustificare la repentina discesa di Daenerys nella follia spiegando che le sono successe tante cose tutte insieme: il tradimento di Cersei nella lotta agli Estranei, la scoperta della vera identità di Jon, la morte di Missandei e, non da ultimo, il tradimento di Varys, che muore all’inizio dell’episodio.

Leggi anche: Ecco perchè Jon Snow non ha accarezzato Spettro

Senza contare che, di colpo, Daenerys si trova ad affrontare la guerra su cui ha investito tutto senza più poter contare sui consigli dell’unica persona di cui si è fidata. La morte di Jorah Mormont, in qualche modo, potrebbe aver rappresentato una sorta di spartiacque per la madre dei draghi. “Ed è molto pericoloso per qualcuno che ha così tanto potere sentirsi tanto isolata, di punto in bianco,” ha continuato Benioff. “Perciò nel momento in cui Daenerys aveva davvero bisogno della guida e della gentilezza dei suoi amici si è sentita sola, perché erano tutti morti“.

Una solitudine, quella di Daenerys, che si fa più feroce nel momento in cui si rende conto che l’uomo di cui dice di essere innamorata, Jon Snow, l’ha tradita a sua volta. La decisione di Jon di parlare a Sansa e Arya della sua vera identità, dopo che Dany gli aveva chiesto espressamente di non farlo per amor suo, è stato un altro tradimento che ha isolato sempre di più la ragazza, costringendola a guardarsi costantemente le spalle. Non a caso in The Bells Daenerys accusa tutti di tradimento, anche Tyrion, minacciandolo di morte qualora dovesse deluderla di nuovo.

Non penso che avesse deciso dall’inizio di agire in quel modo,” ha poi detto Weiss, riferendosi alla scelta che fa la regina di ignorare le campane e dar fuoco a tutto. “Penso che la decisione l’abbia presa nel momento stesso in cui si è trovata di fronte alla Fortezza Rossa, il luogo che la sua famiglia aveva costruito trecento anni prima. Ed è stato nel momento in cui ha visto il simbolo di tutto ciò che le era stato portato via che Daenerys decide di prenderla sul personale“.

Game of Thrones torna questo lunedì con l’ultima puntata, in cui si deciderà una volta per tutte il destino di Westeros.

Leggi anche: GoT, gli sceneggiatori spiegano il percorso del Mastino