Game of Thrones 8: Conleth Hill deluso dal percorso di Varys

Durante un'intervista, l'interprete del maestro dei sussurri Varys, s è detto frustrato dalle ultime due stagioni di Game of Thrones

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER PER CHI NON HA VISTO IL QUINTO EPISODIO DI GAME OF THRONES.

L’ultimo episodio andato in onda di Game of Thrones, The Bells, è stato tra quelli che hanno ricevuto più critiche da parte di fan e critica, che si sono lamentati per una scrittura disattenta e una feroce incoerenza nei confronti della costruzione dei personaggi messi in scena.

Tra le persone che non sembrano del tutto soddisfatti del lavoro svolto dagli autori nel corso di questa ottava stagione c’è Conleth Hill, l’attore che interpreta il maestro dei sussurri Varys.

Il diplomatico muore all’inizio dell’episodio, dopo che Tyrion lo ha denunciato a Daenerys. L’ottimo stratega che abbiamo conosciuto nel corso della narrazione viene bruciato vivo, senza dire una parola. Arrendendosi alla situazione.

In un’intervista con Entertainment Weekly, Hill ha avuto modo di mostrare la propria delusione per come il suo personaggio è stato trattato nel corso delle ultime due stagioni. E sebbene l’interprete di Varys non attacchi direttamente David Benioff e D.B. Weiss, la sua frustrazione è decisamente evidente. Soprattutto quando parla dello scontro che Varys avrebbe dovuto avere con Ditocorto e che invece non è mai stato presentato all’interno dello show.

Uno scontro che sarebbe stato non solo necessario, ma anche coerente, dal momento che Baelish ha sempre rappresentato in qualche modo la nemesi di Varys. Invece Ditocorto muore nella stagione 7 per mano di Arya, senza un confronto finale.

Penso che ci abbiano provato, ” ha detto l’attore, riferendosi agli autori su questo argomento. “Ma semplicemente non ci sono riusciti“. Inoltre Hill prosegue: “Mi è dispiaciuto non avere avuto un confronto con Ditocorto“. E poi ha spiegato: “Varys non ha avuto alcuna reazione alla sua morte. E doveva essere la sua nemesi. E questo porta alla sensazione che ho avuto in queste ultime due stagioni: il mio personaggio è diventato periferico. Il che va bene, perché è uno show con più personaggi. Ma è comunque frustrante“.

Durante l’intervista Conleth Hill ha avuto anche modo di criticare l’ultima stagione di Game of Thrones, sebbene in modo molto velato ed elegante. “Non mi posso lamentare, perché sono state sei stagioni davvero grandiose,” ha spiegato, quasi a voler sottolineare che le ultime due non lo fossero. Anche se ci ha tenuto a sottolineare che in quest’ultima, se non altro, ha potuto avere almeno un paio di belle scene.

Sebbene l’attore abbia definito l’aver partecipato a Game of Thrones una delle esperienze in grado di cambiargli la vita, non ha esitato a definirsi frustrato per il modo in cui Varys è stato trattato nel corso delle ultime due stagioni: “Ho come la sensazione di essere stato gettato dalla torre dopo la sesta stagione“. E ha specificato: “Diciamo che le ultime due stagioni non possono dirsi le mie preferite“.

Game of Thrones torna questo Lunedì con il series finale. Finalmente, forse, conosceremo il nome di chi si siederà su ciò che resta del Trono di Spade.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.Com per altre news ad approfondimenti!