Venom: Todd McFarlane si scaglia contro i critici

Venom: Todd McFarlane si scaglia contro i critici

Venom, diretto da Ruben Fleischer, con Tom Hardy nei panni del protagonista è stato distribuito dalla Sony Pictures ed è arrivato nelle sale italiane il 4 ottobre 2018. Il cinecomics targato Sony, nonostante lo strepitoso successo commerciale, con circa 840 milioni di dollari incassati in tutto il mondo, ha ricevuto un pessimo giudizio da parte della critica.

La cosa non è per niente piaciuta Todd McFarlane, creatore del personaggio di Venom, che durante un’intervista, ha parlato del film e delle recensioni negative scagliandosi contro la critica.

Ecco le parole rilasciate da Todd McFarlane:

”È stata una fantastica corsa sulle montagne russe. Ti colpisce visivamente. Credo che a volte i critici sbaglino a giudicare perché così dimenticano la loro età. Entrano in sala a 42 anni e vogliono fermare tutto, portare il loro gusto. Se fossero dei sedicenni adorerebbero Venom.”

Inoltre ha aggiunto:

“Il film veicola tutto ciò che deve veicolare. Cupo, aspro, un film eccezionale. Il mio desiderio era solo quello di vedere lo stesso Venom che avevo creato trent’anni fa. Quando il personaggio di Topher Grace diventa Venom non acquista alcun peso. Io lo feci intenzionalmente più imponente perché volevo dare l’impressione che Spider-Man si scontrasse con un elefante. Non poteva sconfiggerlo così doveva trovare un altro modo, mettere in moto il suo cervello invece di usare la forza”

Venom, scritto da Scott RosenbergJeff Pinker e Kelly Marcel, racconta le origini dell’iconico villan. Nel cast oltre oltre a Tom Hardy sono presenti Riz Ahmed, Michelle Williams, Woody Harrelson, Jenny SlateRon Cephas Jones.

Potrebbe interessarti anche: Disney+ potrebbe rilanciare le serie Marvel di Netflix

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

 

Kevin Bravoco
Grande appassionato di Cinema, coltiva la sua passione per la Settima Arte divorando pellicole di ogni genere, da Kurosawa a Bergman, passando da Cronenberg a Mario Bava, fino al cinema Tarantiniano. Il suo regista preferito è Pasolini, il suo film preferito.... Saló o le 120 giornate di Sodoma.