Christian Bale – un attore, mille volti

0
1932

Un attore britannico, che è atterrato fin da giovane nel mondo di Hollywood facendolo suo, e diventando infine una grande star.

Fin da giovanissimo partecipa a provini e le sue prime apparizioni si vedono in pubblicità di brand famosi. Il primo vero ruolo da attore tuttavia lo ottiene a fianco del grandissimo Rowan Atkinson in The Nerd, in un teatro londinese nel 1984, alla tenera età di soli 10 anni. Ma è già tre anni dopo che Christian entra nel  mondo del cinema, nel 1987, a fianco di Christopher Lee in Mio in the Land of Faraway. Grazie alla miniserie tv Anastasia – l’ultima dei Romanov venne però presentato a Spielberg, che lo prese per L’impero del sole, film per cui venne elogiato dalla critica, premiato, e che al tempo stesso gli causò un grandissimo stress emotivo; avendo svolto il lavoro ancora in età adolescenziale.

Bale giovanissimo

Oltre al ruolo importante che ottiene per Piccole Donne, Bale partecipa al film Velvet Goldmine, un film che mischia varie componenti tra cui il glam rock, la figura di David Bowie e lo stile di vita di Oscar Wilde.

E’ tuttavia un altro ruolo, quello di Patrick Bateman, a far capire veramente al mondo di che staffa è fatto Bale e che è un attore di grande livello. American Psycho è ancora oggi uno dei film più apprezzati della cinematografia statunitense e il merito, oltre alla regista Mary Harron, va dato per la maggior parte proprio a Bale. La Harron voleva girare questo film a tutti i costi con Bale nel ruolo di Bateman, abbandonando addirittura il progetto quando la casa di produzione ingaggiò DiCaprio. Una volta abbandonata la nave fu nientemeno che Oliver Stone a prendere in mano il film, che poi tuttavia crollò nuovamente poiché DiCaprio lasciò il film per recitare in The Beach. A quel punto la produzione richiamò Mary Harron giurandole che sarebbe stato Christian Bale ad avere il ruolo. Il resto è storia.

Se i primissimi anni 2000 sono costellati tuttavia da una serie di fallimenti per Bale, dal 2004 cambia la musica. Proprio il 2004 è, infatti, l’anno in cui Bale gira The Machinist, diretto da Brad Anderson. La sua interpretazione qui è fenomenale, rafforzata da un corpo svilito dalla magrezza e dalle sembianze cadaveriche. Per questo ruolo è arrivato a pesare soli 54 chili, mangiando per settimane solo una mela e una scatoletta di tonno al giorno. Fu probabilmente una delle trasformazioni fisiche più impressionanti di sempre, superiore persino a quella di Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club. Una trasformazione che oltre a danneggiare il suo metabolismo e la sua salute ha dell’incredibile nei tempi di recupero; Bale si riprese in fretta visto che soli quattro mesi più tardi recuperò il suo solito peso forma, aggiungendo altri 10 chili di muscoli per interpretare Batman nel primo capitolo della trilogia de Il Cavaliere Oscuro di Nolan.

Un altro drastico cambiamento di peso lo ebbe per interpretare l’aviatore Dieter Dengler in L’alba della libertà, del 2006. Nello stesso anno sarà ancora diretto da Nolan in The Prestige, affiancato da un cast a dir poco stellare. Il nonno di Bale era un illusionista, la madre una circense, l’intera famiglia una famiglia di artisti, e Bale imparò veramente dei trucchi per allenarsi al suo ruolo nel film.

Del 2008 vi è ancora il ruolo di Bruce Wayne in Il Cavaliere Oscuro. Al di là delle critiche che danno sia gli amanti del Comics che i critici di Nolan, bale è sempre stato acclamato per questa interpretazione che secondo molti è riuscita a integrare Batman e Wayne nel migliore dei modi.

E’ stato successivamente diretto da David O. Russel in The Fighter ma anche in American Hustle, per cui ancora una volta cambierà drasticamente forma fisica, ingrassando e compromettendo la struttura ossea della sua schiena (arrivò a pesare circa 20 kg in più). Altro film degno di nota è The Big Short, dove ancora una volta a spiccare è la sua ottima interpretazione -suona anche la batteria-, e in cui interpreta uno dei quattro protagonisti capaci di trarre giovamento dalla crisi finanziaria giocando e facendo affari con la bolla immobiliare creatasi.

Bale ha ricevuto tre candidature agli Oscar di cui una vinta come attore non protagonista per The Fighter. La sua carriera è costellata da successi ma anche da tanti, tantissimi fallimenti, tanto che dichiarò:

“sono sempre sorpreso che ogni film al quale prendo parte incassi dei soldi perché molti di quelli che ho girato non l’hanno fatto. Venivo chiamato l’avvelenatore del box office”

E’ probabilmente uno degli attori più versatili dei nostri tempi; ha interpretato ogni genere di personaggio, sa recitare con dialetti britannici ed americani, ha eseguito trattamenti e cure fisiche massacranti pur di interpretare i personaggi al meglio, eppure ancora oggi lui non ama definirsi “star” ma, anzi, dice di sentirsi inadeguato per sentirsi affibbiare questo appellativo. Ama stare lontano dai giornalisti e dalle interviste, tanto che sono poche quelle che ha rilasciato nel corso degli anni, e viene definito da tutti un uomo di grande talento e cultura, di grande educazione  e sensibilità; arrivò a dirlo persino Michael Caine, una sicurezza.

Il prossimo film lo girerà con Adam McCay e al fianco della grandissima Amy Adams interpreterà Dick Cheney. I cambiamenti subiti sono già moltissimi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here