Christian Bale rivela il film che l’ha fatto quasi smettere

Parlando con The Talks, Christian Bale ha rivelato che dopo aver girato L'Impero del Sole ha pensato di smettere

christian bale
Condividi l'articolo

Christian Bale è oggi uno degli attori più amati al mondo. Celeberrimo per le sua capacità trasformiste, nel corso della sua carriera si è adattato a praticamente qualsiasi ruolo o personaggio. Tuttavia non tutti si ricordano che il suo esordio fu nel 1987, a soli 13 anni, in L’Impero del Sole di Steven Spielberg.

Nella pellicola interpretra Jim Graham, un ricco ragazzo inglese che viene separato dalla sua famiglia durante l’invasione giapponese della Cina durante la seconda guerra mondiale. Mentre cerca di ritrovare la strada per tornare a casa dai suoi genitori, diventa prigioniero di guerra e incontra vari loschi personaggi durante il suo lungo viaggio.

Il film ha portato Christian Bale subito sotto le luci della ribalta. Tuttavia a seguito di questo successo pensò addirittura di smettere. Quando, intervistato da The Talks, gli è stato chiesto quanto quel film lo abbia spinto verso la carriera attoriale, lui ha risposto:

In realtà è stato il contrario. Mi ha fatto pensare: “Non voglio farlo mai più”. Non per lui personalmente [Spielberg ndr], mi sono divertito moltissimo con lui. Ma l’esperienza di farlo a quell’età non è qualcosa che consiglierei a nessuno. Sei un adolescente. Dovresti essere completamente anonimo. 

Penso che non sia proprio bello per i ragazzi intraprendere una professione così adulta in così giovane età. Non importa quanto lo consideri un divertimento, ti ritroverai con responsabilità che idealmente non dovresti avere a quell’età. Quindi quell’esperienza in realtà mi ha fatto pensare che non volevo fare l’attore. Non sono tornato completamente in vita se non parecchi anni dopo. In un certo senso mi sono dilettato, ho fatto delle parti qua e là, ma il mio cuore non ci è stato più per molto tempo.

Spiegando poi cosa lo ha spinto a proseguire la carriera da attore, Christian Bale ha detto:

LEGGI ANCHE:  Amsterdam: Recensione del film di David O. Russell | Festa del Cinema di Roma

È un qualcosa di creativo sulle montagne russe: quando tutto va bene e ti piace, allora sei al settimo cielo e vuoi continuare a farlo. Poi quando non è affatto soddisfacente e non lavori bene con tutte le persone con cui stai ti fa venir voglia di smettera e andare a cercare qualcos’altro da fare.

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa