Blade Runner 2049 era inizialmente di quattro ore

L'editor di Blade Runner 2049, Joe Walker, dichiara quale sarebbe stata l'epica durata del film, inizialmente di quattro ore, tagliato in due.

“Blade Runner 2049” è nato di quattro ore e diviso in due parti

Non vedremo mai questa versione di Blade Runner 2049, facciamocene una ragione. Almeno lo facciano i fans, che sono andati oltre il concetto di blockbuster, e si sono goduti 2049 per quello che è, un cult dei giorni nostri.

La durata del film ne ha infatti inficiato i risultati economici al botteghino. I meno abituati a questo genere di narrativa non hanno permesso al film di scalare le classifiche, lasciandolo in un limbo di insoddisfazione.

E se il film fosse uscito nella sua versione iniziale?

Joe Walker, editor di “2049”

Joe Walker, montatore del film, ha dichiarato che il primo cut sarebbe stato di quattro monumentali ore, e che lui e Villeneuve specularono a lungo sulla possibilità di dividerlo in due capitoli.

“Entrambi si sarebbero aperti da un dettaglio degli occhi che si spalancano. Il primo lo si vede nel montaggio finale, il secondo sarebbe stato quello di Mariette, svegliatasi nell’appartamento di K. [..] Non abbiamo comunque potuto fare un montaggio troppo breve, perché ci sono molti tasselli da mantenere inseriti. Se monti troppo velocemente, il pubblico non ti sta dietro. Devi dargli tempo di entrare nei personaggi. Intendevamo anche dare un senso onirico alle sequenze, ma alla fine abbiamo lasciato che tutto si prendesse il suo tempo.

Tutti quelli che vorranno vedere questa maestosa versione rimarranno a bocca asciutta. A differenza di quello che è successo a Blade Runner, con tutte le sue varie edizioni, sia Walker che Villeneuve sono d’accordo sul non voler rilasciare nessun’altra versione, se non quella di 163 minuti, attualmente in scena nei cinema.

Quattro ore. Non saranno troppe? 163 minuti suona meglio!

Speriamo ci ripensino, il film è un viaggio infinito per gli occhi, chi ha impedito al film di diventare un flop al botteghino, ossia i fans più fedeli, ne vorrebbe almeno un assaggio, e noi vorremmo approfondire la nostra recensione!

Fonte: IndieWire