Denis Villeneuve riflette su Blade Runner 2049

Parlando con THR, Denis Villeneuve ha ricordato i tempi passati a dirigere Blade Runner 2049

denis Villeneuve
Credits: The Late Show with Stephen Colbert / YouTube
Condividi l'articolo

Denis Villeneuve ricorda le ansie provate durante la direzione di Blade Runner 2049

Al cinema è appena arrivato Dune 2, secondo capitolo dell’amatissima amatissima saga fantascientifica direttra da Denis Villeneuve (qui la recensione). Parlando con The Hollywood Reporter, il regista tre volte nominato all’Oscar ha voluto riflettere su un altro grande progetto della sua carriera, ovvero sia Blade Runner 2049

Blade Runner è uno dei miei film preferiti ed è assolutamente un capolavoro – dice Denis Villeneuve. Ridley Scott è uno dei miei registi preferiti e, anche se aveva giò dato la sua benedizione, era molto importante per me sentire e vedere nei suoi occhi che in quel momento era d’accordo con me nel fare il film. 

Ma mentre realizzavo Blade Runner 2049 pensavo costantemente al film originale. Era impossibile non farlo. Quindi 2049 è stata davvero una lettera d’amore per il primo film, ma è stato di gran lunga uno dei progetti più difficili che abbia mai realizzato, e non credo che mi avvicinerò mai più all’universo di qualcun altro. A volte mi sveglio ancora di notte dicendo: “Perché l’ho fatto?” Avevo rifiutato alcuni altri progetti di quella portata, ma in quel momento mi sono detto: “È un progetto pazzesco, vale la pena rischiare di perdere tutto”.

Recentemente Denis Villeneuve ha anche parlato a Collider di quanto fosse importante che Dune del 2021 e il suo sequel del 2024, uscissero il più ravvicinati possibile. 

LEGGI ANCHE:  Dune, Recensione del film di Denis Villeneuve presentato a Venezia 2021

Il fatto è che la prima e la seconda parte sono state progettate e pensate per essere una dopo l’altra. Per me era importante che fosse l’adattamento di quel libro – ha spiegato Denis Villeneuve. Ho pensato alla seconda parte quasi subito, mentre stavo finendo la prima parte. Sapevo che lo studio era innamorato del film. Poi, ho sentito alcune persone, dirmi: “Farai la seconda parte . Non preoccuparti. Qualunque cosa accada, andremo avanti. Ci piace troppo” Quindi è come se stessi lavorando alla seconda parte quasi subito e dovessi farli uno dopo l’altro

Con il successo che la Warner Bros. ha ottenuto finora con il franchise di Dune, molti fan credono che lo studio darà ufficialmente il via libera a Dune: Messiah dopo che la seconda parte sarà arrivata nei cinema. Un adattamento di Dune: Messiah, il secondo romanzo della serie di fantascienza di Herbert, è stato segnalato per la prima volta in sviluppo nel luglio 2023, con Denis Villeneuve che ha confermato che quello sarebbe stato il suo ultimo adattamento di Dune. Tuttavia il regista apparentemente non ha fretta di portare Messiah sullo schermo.

LEGGI ANCHE:  Blade Runner diventa un anime ecco cosa sappiamo

Ora che c’è una seconda parte , voglio solo assicurarmi che se realizziamo Dune: Messiah , avremo la migliore sceneggiatura possibile. E per questo, voglio prendermi il mio tempo per farlo. E penso che sia sarebbe salutare non tornare necessariamente nel deserto subito, fare una piccola deviazione, magari. Ma sinceramente non so quale sia il mio futuro in questo momento, cosa che adoro perché ho lavorato negli ultimi sei anni anni senza sosta. È una benedizione, ma ne ho bisogno. Sarebbe bello essere sicuri che, se realizziamo Dune: Messiah , voglio realizzare il miglior film di sempre, quindi voglio prendermi il mio tempo

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa