Dahmer: la madre di una vittima contro il premio a Peters

Shirley Hughes, il cui figlio Tony è stato tra i 17 uomini e ragazzi assassinati da Jeffrey Dahmer, si è scagliata contro il premio dato a Evan Peters

dahmer
Condividi l'articolo

Tra i premi assegnati durante gli ultimi Golden Globes (qui la lista completa di vincitori), c’è stato anche quello dato a Evan Peters per la sua performance in Mostro – La storia di Jeffrey Dahmer, miniserie di Ryan Murphy (qui la nostra recensione) basata sulla vita del Cannibale di Milwaukee. Questa decisione di premiare l’attore ha tuttavia scatenato diverse polemiche.

In particolare Shirley Hughes, il cui figlio Tony è stato tra i 17 uomini e ragazzi assassinati da Dahmer tra il 1978 e il 1991, ha parlato con TMZ criticando la decisione.

Ci sono molti malati in tutto il mondo – ha detto subito dopo la cerimonia. E le persone che ottengono ruoli recitativi interpretando assassini mantengono viva l’ossessione, e questo fa prosperare le persone malate grazie alla fama

La Hughes ha anche affermato che Evan Peters avrebbe dovuto rendere omaggio alle vittime durante il suo discorso di accettazione, o almeno menzionare le loro famiglie, che sono ancora in lutto. Ha aggiunto che avrebbe potuto anche sfruttare il momento per dire a Hollywood di smetterla di glorificare i serial killer mettendoli sullo schermo.

LEGGI ANCHE:  Dahmer, la madre di una delle vittime contro Ebay

È un peccato che le persone possano prendere la nostra tragedia e fare soldi – ha detto. Le vittime non hanno mai visto un centesimo. Viviamo queste emozioni ogni giorno.

EVam Peters non ha menzionato le vittime o le loro famiglie durante il suo discorso, in cui ha ringraziato più persone tra cui la sua stessa famiglia e i suoi amici, il cast e la troupe dello spettacolo e il suo creatore, Ryan Murphy . Alla fine, ha detto

Spero sinceramente che qualcosa di buono sia venuto fuori [dallo show].

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa