Barbie, Liu: “Smantellerà stereotipati standard di bellezza”

Simu Liu ha spiegato come, secondo lui, il film di Barbie aiuterà a distruggere gli stereotipati standard di bellezza

barbie
Condividi l'articolo

Il 21 luglio 2023 arriverà in sala Barbie, nuovo film di Greta Gerwig che vedrà protagonisti Margot Robbie Ryan Gosling e basato sulla celeberrima bambola di casa Mattel (qui il Trailer). Nel film vedremo moltissime diverse versione del giocattolo e del suo compango, tra le quali una che sarà interpretata da Simu Liu. L’attore di Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli, ospite del’edizione 2022 dell’Indimenticabile Gala, ha parlato di questo nuovo progetto e di cosa il pubblico deve aspettarsi.

Ricordo molto chiaramente alcune delle nostre intricate sequenze di danza – dice Liu. Greta è stata molto, molto coscienziosa riguardo a chi ha scelto. Siamo stati in grado di mettere insieme persone di diverse forme, dimensioni, diversamente abili, per partecipare a questo ballo, tutte a portare questo messaggio: non devi essere bionda, bianca o X, Y, Z per incarnare ciò che significa essere una Barbie o un Ken

Secondo Liu, Barbie parla “davvero di trovare la tua bellezza interiore e possedere quella parte di te stesso ed essere la migliore versione possibile di te”.

Sul set non sono mai stato isolato. Mi sentivo come se dovessi lavorare ogni giorno con un cast che si celebra davvero l’un l’altro e celebra le reciproche differenze, non importa da dove veniamo. Penso che quando guardete il film, vedrai quetsa cosa sullo schermo.

La regista Gerwig in precedenza aveva rivelato che all’inizio pensava che realizzare un film su Barbie sarebbe stato la fine della sua carriera, ma ha affermato che Mattel si è rivelata un “partner straordinario” durante la produzione.

LEGGI ANCHE:  I'm Just Ken: Ryan Gosling conquista con la canzone di Barbie agli Oscar [VIDEO]

Ci hanno dato tanta fiducia e tanta libertà, e penso che sia incredibilmente raro – ha detto la regista di Piccole donne durante un episodio del  podcast “At Your Service” di Dua Lipa. Qualunque cosa volessimo essere, non hanno cercato di microgestirla.

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa