Weird Al Yankovic “intervista” Paul McCartney: il risultato è geniale [VIDEO]

Weird
Condividi l'articolo

“Comunque devo proprio dirtelo: sei sempre stato il mio componente preferito dei Wings”: Weird Al Yankovic all’ennesima potenza

Il video più bello che vedrete oggi ha come protagonisti il geniale Weird Al Yankovic (se non siete ancora convinti della sua genialità, guardate un po’ qui) e la leggenda Paul McCartney. Il cantante parodista prende una serie di spezzoni di un’intervista del Macca e li monta alternadoli a domande poste da lui.

In questo modo, sembra che sia proprio lui ad intervistare Paul, complice anche una scenografia speculare studiata all’uopo, un ritmo perfetto e un’interpretazione di Weird Al davvero sublime. Soltanto prendendo gli spezzoni giusti, il cantante americano prende in giro l’ex-Beatle come meglio non si poteva fare.

Gli chiede per esempio se è vero che lui veniva chiamato “the stinky Beatle” (“quello puzzolente”), se è vero che la sua testa potrebbe esplodere ascoltando troppo i Milli Vanilli (al che Macca risponde: “Sì”), e quando gli chiede se voglia qualcosa da mangiare trova il modo di offrirgli della carne; a lui, Paul, che è notoriamente vegetariano da decadi.

LEGGI ANCHE:  Paul McCartney - Recensione Egypt Station

Le domande di Al sono chiaramente demenziali e fuori contesto, poste più con l’intento di far ridere per via della loro natura improbabile che come attacco diretto o feroce satira sullo status di mito di McCartney; il quale, comunque, viene ripreso a fare smorfie, boccacce, versacci e gesti ridicoli che gli danno alla fine lo stesso un’aria stupida e frivola.

L’intervista (finta) è solo una tra quelle realizzate da Al e risale al 1996. Motivo per il quale, se da una parte è evidente come il livello di comicità non possa reggere quello di oggi, dall’altra c’è da capire che ai tempi e specialmente nella scena musicale Al Yankovic era praticamente l’unico, o perlomeno uno dei pochi, a proporre contenuti del genere.

Questo, ovviamente, oltre alle sue numerose e note parodie di brani celebri tra i quali, in quegli anni, per esempio ricordiamo Amish Paradise (rifacimento di Gangsta’s Paradise del compianto Coolio, a sua volta basata su Pastime Paradise di Stevie Wonder). L’artista americano, tra l’altro di recente interpretato da Daniel Radcliffe nel biopic Weird, è tutto da riscoprire.

LEGGI ANCHE:  La canzone dei Beatles che Paul McCartney scrisse come ode alla marijuana [ASCOLTA]

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente