Julian Lennon: “Hey Jude è un oscuro ricordo di mio padre che lasciava la famiglia”

Julian
Condividi l'articolo

Per chi non lo sapesse, il primo figlio di Lennon, Julian, è proprio il famoso Jude della canzone. Ed ecco come ne parla oggi

Parla Julian Lennon, il primo figlio di John Lennon, che oggi ha quasi sessant’anni. In una nuova intervista il cantante e artista (a sua volta; anzi, ha appena pubblicato un ottimo nuovo album) torna ad uno dei più importanti ricordi che lo legano ai Beatles: la canzone Hey Jude, scritta da Paul McCartney.

Come infatti tutti i fan sanno inizialmente si intitolava Hey Julian o Hey Jules, ed era stata scritta da Macca proprio per Julian, allora ancora bambino, per tirarlo su di morale nel periodo in cui il padre John Lennon stava lasciando lui e la madre Cynthia per, l’avrete indovinato, sposarsi con Yoko Ono.

Il brano è diventato uno dei più celebri nella storia del mondo, conosciuto benissimo e cantato da chiunque a memoria, specie il coro finale. Ed è amatissimo. Ma oggi Lennon Jr., per ragioni anche comprensibili, lo ricorda con sentimenti contrastanti. E si può capire anche considerando come il suo rapporto col padre sia rimasto poi rovinato.

LEGGI ANCHE:  Jack White: "I Rolling Stones copiavano i Beatles della settimana prima"

“Per quanto io sia grato del supporto di Paul nell’aver scritto quella canzone, molta gente non realizza come sia [per me] anche un oscuro ricordo di ciò che successe veramente”. Ma l’affetto per il padre non gli manca comunque, anche a distanza di tanti anni. Ha detto che Get Back, il documentario di Peter Jackson: “Mi ha fatto amare mio padre di nuovo“.

Fonte: NME

Cotinuate a seguirci su LaScimmiaSente