Waititi conferma: “Marvel sta realizzando un progetto con Ercole”

Parlando durante una sessione di domande e risposte con i fan, Taika Waititi ha parlato del futuro di Ercole nel MCU

taika waititi, ercole
Credits: Wikipedia/ Gage Skidmore - L'incredibile Ercole # 126 (febbraio 2009)
Condividi l'articolo

Lo scorso 6 luglio è arrivato al cinema Thor: Love and Thunder, il quarto capitolo dedicato al Dio del Tuono interpretato da Chris Hemswort e diretto da Taika Waititi. Nel film il Figlio di Odino deve vedersela con la temibile minaccia rappresentata da Gorr il Macellatore di Dei, interpretato Christian Bale. Uno degli elementi più interessanti del film, come spesso accade in casa Marvel, è la scena post credits nella quale è stato introdotto un nuovo personaggio. Parliamo di Ercole, invocato da suo padre Zeus (Russell Crowe) e interpretato per l’occasione da Brett Goldstein.

Ebbene lo stesso Waititi, nel corso di una sessione di domande e risposte con i fan, ha rivelato che Marvel ha intenzione di sviluppare il personaggio e di realizzare un progetto attorno a lui al quale però lui non prenderà parte.

E lui [non meglio specificato ndr]: “Introdurremo Ercole”. Qella cosa non aveva alcun senso per me. Non sapevo nemmeno che fosse un personaggio Marvel ma a quanto pare lo è, e uhm… È stato bello, [l’introduzione di Ercole] sta avviando una cosa completamente nuova, a cui non sarò invitato a prendere parte, ma sono felice per gli amanti degli dei greci

Lo stesso Goldstein in un’altra recente intervista è stato decisamente più freddo sul suo possibile futuro nel MCU:

LEGGI ANCHE:  Lightyear: La conferenza stampa con Chris Evans e Taika Waititi

Davvero, onestamente, non sto mentendo e non sono timido, ma davvero non so nulla. Tutto quello che so è quello che ho fatto quel giorno e basta. Potrebbe essere anche solo quello. Sono stati tre secondi divertenti.

Che ne pensate di queste parole di Waititi?

Avatar di Matteo Furina
In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.