Kalush Orchestra: Stefania, traduzione e significato [VIDEO]

Stefania
Credits: BBC
Condividi l'articolo

Stefania è l’incarnazione della figura materna nel brano rap della Kalush Orchestra; ma, dato il momento storico, è anche molto di più

Stefania è una canzone che risale a prima dello scoppio della guerra in Ucraina e dell’invasione russa; ma non di molto. Il singolo viene infatti pubblicato dai Kalush nella loro versione allargata a “Orchestra”, il 7 febbraio 2022. L’invasione ha inizio, come purtroppo tutti ben sappiamo, il 24 febbraio (anche se le avvisaglie c’erano già tutte da tempo).

Ciò nonostante, nella sua origine il brano non intende parlare del conflitto con la Russia e della contesa nel Donbas, o nemmeno degli eventi risalenti al 2014 e dell’occupazione della Crimea da parte delle truppe di Putin. Invece, la canzone riguarda la figura materna in una sua versione idealizzata, identificata con un nome diffusissimo in est Europa: Stefania, appunto.

Il testo è quindi una dedica sentita e persino riverente nei confronti della madre non identificata come una persona specifica (la madre di Oleh Psiuk, per esempio, il frontman della formazione); bensì come la madre di tutti, poiché come sempre si dice tutti hanno una mamma e l’influenza di questa figura nella vita di ciascuno di noi è centrale.

LEGGI ANCHE:  Eurovision: Mahmood e Blanco vincono il Best Lyrics Award, Damiano commenta [FOTO]

Leggiamo il testo quindi tradotto in italiano, e scopriamo una serie di immagini poetiche e nostalgiche che, seppur affidate a strofe rap dal flow libero e serrato, non ricorrono mai alla volgarità e non escono mai dall’argomento. Il brano è stato presentato per la prima volta nella competizione musicale ucraina Vidbir 2022.

Ritornello:

“Stefania mamma, mamma Stefania!
I campi sono in fiore ma i suoi capelli stanno diventando grigi
Cantami la ninna-nanna, mamma
Voglio sentire la tua dolce parola”

Strofa 1:

“Lei mi cullava da bambino, mi ha dato un ritmo
E non puoi sottrarmi la forza di volontà, perché l’ho presa da lei
Penso che lei sapesse più cose di Re Salomone
Troverò sempre la strada di casa, anche se tutte le strade sono distrutte”

Continua a pagina 2!