Better Call Saul: Esposito vorrebbe una serie che racconti l’ascesa di Gus

Parlando con Insider Giancarlo Eposito ha espresso il desiderio di vedere una serie prequel di Better Call Saul su Gus Fring

better call saul, giancarlo esposito, gus fring
Condividi l'articolo

Il prossimo 18 aprile su Netflix arriverà la sesta e ultima stagione di Better Call Saul, amatissima serie spinoff di Breaking Bad (qui il trailer). Questo significa che per molti attori sarà il momento di dire addio a personaggi che hanno interpretato per tantissimi anni. Tra di loro c’è sicuramente Giancarlo Esposito volto del temibile e ammaliante boss dell droga Gus Fring. Tuttavia l’attore, parlando con Insider, non ha nascosto la sua voglia di continuare nel ruolo, magari con una serie prequel.

Durante gli ultimi giorni sul set di Better Call Saul, stavo andando a pezzi. Mi giro, mi guardo alle spalle e sento Vince [Gilligan ndr] dire: “Non si sa mai” – ha detto Esposito del potenziale per la storia di Fring di continuare un altro possibile spin-off. Ho sempre desiderato, e pensato, che ci fosse spazio per il materiale per l’ascesa di Gus. Sento che sarebbe interessante sapere da dove viene

Sento che proveniva da una famiglia molto ricca, ha avuto l’opportunità di dirigere, non solo la famiglia, ma il governo in un altro paese. Aveva quel tipo di cervello, quel carisma, quella statura, e l’ha scambiato in perché voleva essere il suo uomo. C’è qualcosa di affascinante per me in questo

Questa non è la prima volta che Esposito parla di una possibile serie spin-off dedicata a Gus. Nel dicembre del 2020, parlando con Esquire, aveva infatti rivelato di avere già in mente l’eventuale trama.

LEGGI ANCHE:  Bob Odenkirk si sbilancia sul film di Breaking Bad

Ho tutta la trama nella mia testa legata al fatto ches provenga da una realtà politica – aveva detto. Penso che Gus provenga da un mondo dominato dall’ordine. E che il suo ordine sia arrivato. Era un militare. Fuori dall’esercito, ha acquisito la capacità di osservare. Non puoi essere un capo se non sei capace di seguire gli altri.

Nel mio cervello ,occupava una posizione di alto rango in un governo militare. Avrebbe potuto rimanere lì e dirigere il paese. Gli è stata offerta questa possibilità. Ma ha scelto un percorso diverso per essere se stesso e per trovare il proprio potere, indipendentemente da ciò che gli era stato offerto. Questo è quello che ha scelto. 

Che ne pensate?