Drake: com’è nato il mitico meme con lui protagonista [FOTO]

Drake
Condividi l'articolo

Sì, il protagonista di questo meme è proprio Drake

L’avrete visto e forse anche usato un milione di volte. Si tratta di uno dei meme più famosi della storia e raffigura proprio lui: Drake, il rapper canadese superstar della musica da ormai oltre un decennio. Si tratta di un meme immediatamente riconoscibile: due versioni di Drake, vestito di arancio su sfondo giallo.

Quella sopra, come sappiamo, manifesta tradizionalmente disapprovazione. Quella sotto invece esprime soddisfazione. A fianco, in corrispondenza di ciascuna delle due espressioni del rapper, vanno inserite le immagini di preferenza per indicare un contrastro tra ciò che “non si può vedere” e ciò che, invece, è gradito.

Ovviamente il meme va “letto” dall’alto al basso e da sinistra a destra, ed è d’uso indicare prima ciò che si vorrebbe caratterizzare negativamente e poi quello che per noi è positivo. Ovviamente viene sempre usato in maniera ironica e spesso ciò che può apparire negativo assume invece un’accezione positiva (e viceversa) a seconda di quello che si vuole comunicare.

Leggi anche:

“Il fidanzato distratto”: la storia del celebre meme

Drake Hotline Bling Meme Generator - Imgflip
Il template originale del meme. Per chi volesse
sbizzarrirsi, è liberamente utilizzabile.

Ma come è nato questo storico meme? E quando? Partiamo dall’inizio e cioè dall’uscita del singolo e del video Hotline Bling, nel 2015, tratto dal famoso e acclamato album Views, uscito l’anno successivo. Potete rivedere il celebre video qui sotto e vi ritroverete le due mosse di danza che ci interessano rispettivamente al minuto 1:20 e al minuto 1:18, a pochi secondi di distanza l’una dall’altra.

LEGGI ANCHE:  Kobe Bryant: la musica omaggia il Black Mamba

Il successo del video e della canzone (persino Billie Eilish ne proponeva una cover dal vivo durante i suoi primissimi concerti) rende subito popolari le immagini del comunque già famoso Drake. E si arriva al famoso forum online 4chan, che a partire dalla metà del 2015 inizia ad utilizzare il contrasto tra i due fermo/immagine per esprimere preferenze su argomenti come i videogiochi.

Nasce quindi quello che presto viene definito “Drakeposting” e che, seguendo il solito ciclo di diffusione di fenomeni su Internet (quello “memetico”, appunto) si sposta dapprima su Reddit e poi sui social “in superficie”, ossia Facebook, Instagram, Twitter. Basta poco e la doppia immagine, dal significato immediato e subito intuibile, diventa virale.

Leggi anche:

GigaChad: la storia del meme più macho di tutta l’Internet

Naturalmente la fantasia degli utenti si scatena in breve tempo e ne nascono tante versioni diverse. Alcune sostituiscono alla faccia di Drake quella di un altro personaggio popolare, come Obi-Wan Kenobi dalla trilogia prequel di Star Wars, o Thanos direttamente dal MCU (erano gli anni di Infinity War).

Altre sono “meta-meme” che riflettono sul significato o sulla popolarità del meme all’interno dello schema medesimo, creandone una parodia-nella-parodia. Questo avviene man mano che, sul finire degli anni ’10, la complessità del linguaggio dei meme aumenta e vi vengono aggiunti layer, significati sottili da cogliere e riferimenti per veri appassionati di cultura pop.

Qui sotto vediamo tre differenti esempi. Nel primo la serie Teen Titans Go! viene confrontata con la ben più seria e ambiziosa Teen Titans, in un confronto interno al recente DCEU. Nel secondo, risalente ai primi tempi della pandemia, vediamo un raffronto tra due modi differenti di affrontare la (per l’epoca) inedita routine da quarantena.

LEGGI ANCHE:  Drake ritira le sue due candidature ai Grammy Awards
File:Drakeposting meme 2.jpg
Meglio il secondo del primo: un meme molto semplice che esprime una banale preferenza.
25 of the Best Drake Memes That The Internet Gave Us | Inspirationfeed
Perché adottare un comportamento sano? Qui la vena ironica è evidente:
“Avere un programma di sonno normale in quarantena /
Andare a letto alle cinque di mattina e mangiare tutto il cibo come spuntino di mezzanotte”.

Leggi anche:

Chi è Doge, il cane più famoso di Internet [VIDEO]

Nel terzo, invece, vediamo come lo stesso Drake viene posto a “disprezzare” il meme basato su lui medesimo, per preferirne invece un altro che ripropone uno schema pressoché identico. Più sotto ancora ne vediamo invece uno a tema videoludico: in Super Mario 64 il fantasma “Boo” scompare quando Mario lo guarda, riappare quando l’idraulico è di spalle.

Ovviamente col passare degli anni la popolarità di questo meme in particolare è decrementata, anche se in effetti l’impostazione “sopra/cattivo” e “sotto/buono” seguita ad essere molto popolare in tutte le vignette “di confronto” che girano per i social. Solo che ormai la figura di Drake vera e propria viene soppiantata da quelle di molti altri personaggi.

Che cos’ha detto lui sulla popolarità che gli è derivata da questo fenomeno? Ne ha parlato (anzi, cantanto in tono auto-ironico) al Saturday Night Live, nel 2016: “Vorrei semplicemente gridare che sono più di un meme / Non mi ami per quello che sono, mi ami sono per i meme”. E in effetti un minimo di ragione ce l’aveva, e ce l’ha ancora.

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente

No more drake meme formats guys : r/ksi
Drake preferisce un altro meme a quello basato su sé stesso. Un esempio di meta-meme.
Super Mario Shitpost. - 「 051 」 - Wattpad
Chi si ricorda di Super Mario 64?
Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.