Mindhunter 3, Jonathan Groff: “Se Fincher mi chiama arrivo in un secondo”

Parlando con The Hollywood Reporter, Jonathan Groff ha dato la sua piena disponibilità per un'eventuale terza astagione di Mindhunter

mindhunter
Condividi l'articolo

Mindhunter è uno degli show più amati di Netflix. Tuttavia a causa di problemi di vario tipo si è fermata da diverso tempo alla seconda stagione e il suo creatore, David Fincher, non sembra essere in procinto di portare avanti il progetto. Tuttavia la star della serie, Jonathan Groff, parlando con The Hollywood Reporter, ha dato la sua piena disponibilità nel caso in cui se ne presenti l’occasione.

Per me Mindhunter è Fincher – spiega. L’intera esperienza per me è stata l’onore e il privilegio di lavorare con lui. Quindi non sono affatto uno sportivo, ma la situazione è come quella dei Chicago Bulls del 1997-1998. Parti per un’altra stagione con la squadra? O fai semplicemente quello che dice il general manager? Ma se il general manager crede che ci si dovrebbe fermare, devi andare con lui. Ed è così che mi sento con David. Nel momento in cui dice che vuole fare un’altra stagione, sarò lì in un secondo. Ma mi fido della sua visione e del suo istinto, quindi lascio tutto nelle sue mani, come sempre

A dare speranza ai fan era arrivato anche qualche mese fa il regista della serie Asif Kapadia che su Twitter aveva scritto:

LEGGI ANCHE:  Mindhunter: David Fincher svela il plot della seconda stagione

Il pubblico di tutto il mondo deve fare sapere a Netflix che c’è un reale interesse per la Stagione 3 di Mindhunter – si legge. Se fate abbastanza rumore, potrebbe davvero succedere.

Tuttavia Fincher stesso, circa un anno prima, aveva spiegato i motivi fondamentali della mancata realizzazione della terza stagione.

All’inizio della seconda stagione ho finito per guardare a ciò che era scritto e ho deciso che non mi piaceva niente, quindi l’abbiamo buttato e ricominciato – aveva spiegato il regista in un’intervista inerente a Mank. È una settimana lavorativa di 90 ore. Assorbe tutto nella tua vita. Quando ho finito, ero piuttosto esausto, e ho detto: “Non so se ho abbastanza forze in me in questo momento per la terza stagione.

Netflix non ha discusso. Onestamente non credo che riuseremo a fare una stagione per meno di quanto abbiamo preso per la seconda. A un certo punto devi anche essere realistico. La spesa deve avere un ritorno. Apparentemente, il calcolo non gioca a favore di Mindhunter, sebbene Netflix sia disposto a tenere un piccolo spiraglio ancora aperto.

Cosa ne pensate? Vorreste la terza stagione di Mindhunter?

LEGGI ANCHE:  Mindhunter come Tarantino: stesso attore per Charles Manson