Emilia Clarke scrive un albo su una donna che prende superpoteri dal ciclo

A luglio arriverà MOM, fumetto scritto da Emilia Clarke che racconterà le avventure di una donna i cui poteri arrivano dal ciclo

Emilia Clarke
Condividi l'articolo

Emilia Clarke, celeberrima attrice per essere stato il volto di Daenerys Targaryennin Game of Thrones, è una grande appassionata di fumetti. Passioen che, suo dire, è frequentata praticamente solo da uomini.

Da bambino leggevo molti romanzi fantasy pieni di mondi magici, come Il Signore degli Anelli – ha spiegato l’attrice a Variety. Quello era sempre il luogo verso cui gravitava la mia immaginazione. Più tardi, quando sono andato al Comic-Con per la prima volta a 22 anni con “Game of Thrones”, sono rimasto stupita da quello che ho visto – quasi tutti uomini. Più tardi, quando le maree si sono invertite nel settore ed è emerso #MeToo, ho iniziato a guardare la comunità attraverso quegli occhi ed è stato impressionante.

Per questo motivo ha deciso di mettere insieme un team creativo tutto al femminile e creare un albo con uno degli eroi femminili più innovativi del genere: MOM: Mother of Madness, che sarà pubblicato a Luglio. La storia è stata scritta dall’attrice insieme a Marguerite Bennett, autrice di Bombshells e di Josie and the Pussycats e disegnato da Leila Leiz, artista che ha lavorato già Orda.

LEGGI ANCHE:  Game of Thrones: l'imbarazzante mistificazione mediatica delle opinioni

Nel fare la mia ricerca, ho scoperto che il 16% dei creatori di fumetti sono donne, secondo uno studio del 2019, e solo il 30% dei personaggi dei fumetti sono donne. D’altra parte, circa la metà degli acquirenti di fumetti sono donne. Qualcosa non mi andava bene in quel cambio, e tutti questi segnali mi dicevano di crearne uno mio.

MOM è incentrato su Maya, una madre single impegnata la cui vita è sconvolta dalla scoperta dei superpoteri. È una mamma single che deve fare tutto. Questo è nato dall’idea che le madri single sono supereroi. Hai bisogno di una forza sovrumana per farlo.

Tratto identiticativo della protagonista è che i superpoteri si manifestano con il ciclo.

Il gonfiore, la crescita dei capelli, gli sbalzi d’umore, l’acne, tutto questo. Odiamo quando succede, parlando per me e per tutei quelle che ho incontrato che hanno avuto il ciclo. E se cambiassimo tutto e facessimo del ciclo qualcosa che possiamo sentire come questa cosa unica, pazza, sovrumana che accade nel nostro corpo? Quando Maya è spaventata diventa invisibile, quando è arrabbiata ha una forza sovrumana. Può oscillare come Spider-Man dai peli delle ascelle. Si vergogna così tanto dei suoi poteri all’inizio. È mentale. Anche oggi, se il tuo assorbente cade dalla borsa, è imbarazzante. Perché?

Cosa ne pensate di questa iniziativa di Emilia Clarke?

LEGGI ANCHE:  Emilia Clarke ha studiato Hitler per il suo discorso finale

 

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.