Game of Thrones: Emilia Clarke rompe il silenzio sulla serie su Jon Snow

L'attrice, che all'interno de Il Trono di Spade ha impersonato Daenerys Targaryen, la Regina dei Draghi, ha parlato del progetto che vede come protagonista il collega di set.

game of thrones
Condividi l'articolo

Game of Thrones è una delle serie televisive recenti che ha catalizzato maggiormente l’attenzione rispetto agli altri prodotti del piccolo schermo: l’opera, che ha esordito su HBO nel 2011 e si è conclusa nel 2019 (il prodotto è stato distribuito in chiaro su Sky Atlantic), ha lasciato, purtroppo con l’amaro in bocca, la maggior parte dei fan del titolo fantasy. Le ultime stagioni, infatti, non sono state ritenute all’altezza e anche il finale stesso ha deluso gran parte del pubblico.

Detto questo, stanno per arrivare nuove serie legate al mondo di Game of Thrones, come lo show House of the Dragon, un prequel de Il Trono di Spade dove conosceremo la storia della famiglia Targaryen e molti altri progetti ancora in lavorazione. Tra questi, negli ultimi giorni, si è aggiunto anche uno spin-off e sequel della serie sopracitata, dedicato interamente al personaggio di Jon Snow (che ha il volto di Kit Harington).

LEGGI ANCHE:  Solo: A Star Wars Story - Recensione in Anteprima
game of thrones

A tal proposito, l’attrice Emilia Clarke, collega di Harington sul set de Il Trono di Spade (l’artista ha ricoperto il ruolo di Daenerys Targaryen), in una recente intervista per BBC News non solo ha confermato l’opera su Jon Snow, ma ha anche raccontato che tale show è stato pensato interamente da Kit Harington stesso.

“Kit Harington me ne ha parlato. E so che esiste. Sta succedendo. È stato creato da Kit per quanto posso capire, quindi è coinvolto da zero. Quindi quello che guarderai, si spera, se succede, è certificato da Kit Harington”.

Che dire? Ovviamente non vediamo l’ora di scoprire qualcosa su questo nuovo tassello di Game of Thrones che probabilmente ripartirà dal finale de Il Trono di Spade e dall’infausto esilio al quale è stato condannato il figlio bastardo di Ned Stark. Chissà che forse ci sarà l’occasione di approfondire un personaggio sicuramente tra i più interessanti e carismatici dell’intera opera.