Bloodborne: bambino di 5 anni finisce il gioco in 21 ore

Un'impresa eccezionale!

Bloodborne
Condividi l'articolo

Parlando di piccoli geni, chi sa eguagliare la performance di questo bambino con Bloodborne?

Ebbene sì: un bambino di soli 5 anni ha finito Bloodborne nello spazio di sole 21 ore di gioco, nell’arco di tre settimane. Un risultato eccezionale specie se si pensa alla difficoltà del gioco e alla giovane età del precoce gamer, che si chiama Ezra Fox. Il padre racconta come il figlio è stato coinvolto in questa avvincente sfida. E ne è uscito vincitore, a dir poco.

“Ezra adora guardarmi sempre mentre gioco con i videogiochi. Mi ha visto giocare Sekiro, Dark Souls 1 e 3, il remake di Demon’s Souls e più di recente Bloodborne. Mi chiedeva costantemente se poteva provare e per un po’ non gliel’ho permesso. Ma un giorno ho deciso semplicemente di vedere come se la sarebbe cavata con la sezione di apertura di Bloodborne“.

“Andava sorprendentemente bene quindi ho deciso di lasciarlo continuare a giocare finché non fosse diventato troppo difficile. Ma non voleva mai smettere!” In seguito il padre del bimbo spiega che per completare a quest principale ci ha messo “Ventuno ore nell’arco di tre settimane […] con il mio aiuto, gli spiegavo dove andare“.

LEGGI ANCHE:  Bloodborne rifatto in versione PS1: il risultato è stupefacente [VIDEO]

Chiaro quindi che quando diciamo che il piccolo Ezra ha “finito” il gioco intendiamo dire che è arrivato in fondo. E sì, un aiuto, magari anche piccolo ma pur sempre un aiuto, l’ha avuto. Questo però non deve togliere nulla all’epicità dell’impresa. Ora si potrebbe provare a vedere come se la caverebbe con Ghosts’n Goblins!

Fonte: Goomba Stomp

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.