The Hateful Eight, Kurt Russell distrusse una chitarra da 40 mila dollari

Durante le riprese di The Hateful Eight, Kurt Russell ha distrutto una chitarra da 40 mila dollari senza sapere che fosse originale del 1860

the hateful eight, kurt russell
Condividi l'articolo

Nel mondo del cinema gli incidente, anche molto costosi, sono all’ordine del giorno. Tuttavia è raro sentire di attori che nei loro film distruggono cimeli da museo. Questo è esattamente quello che è successo a Kurt Russell sul set di The Hateful Eight, ottavo film di Quentin Tarantino del 2016.

La storia racconta di 8 persone che si ritrovano loro malgrado a condividere una baita in montagna, bloccati insieme a causa di una tremenda tormenta di neve. Chiacchere e scacchi sono un buon modo per passare il tempo, così come lo è la musica. Questo è stato il pensiero della prigioniera Daisy Domergue, interpretata da Jennifer Jason Leigh che in una sequenza del film inizia a strimpellare con un chitarra trovata in un angolo.

Il suo carceriere, John Ruth, interpretato da Kurt Russell, dopo aver ascoltato per un po’ la musica della donna, perde la pazienza e decide di distruggere la chitarra sulle colonne della baita. Questo gesto scatena una reazione scioccata di Domergue che tuttavia era un’esternazione totalmente genuina della Leigh in quanto l’attore di Grosso Guaio a Chinatown aveva appena frantumato una chitarra Martin del 1860 da 40 mila dollari di valore donata dal Martin Guitar Museum.

Tarantino aveva ottenuto in prestito lo strumento per aumentare il realismo della scena. Domergue avrebbe suonato lo strumento vero, poi sostituito con uno finto che sarebbe finito fracassato. Tuttavia, non avendo chiamato il cut, è facile pensare che neanche il regista sapesse che quello andato distrutto era il vero cimelio.

LEGGI ANCHE:  Guardiani della Galassia Vol.2: primo teaser trailer italiano e poster ufficiale del sequel

Pensavo che avremmo cambiato le chitarre – ha dichiarato la Leigh a tal proposito a Billboard. non fermerei mai una scena fino a quando Quentin non dice di fermarsi. E Kurt pensava che quella che aveva in mano doveva essere una chitarra finta. Non credo che Quentin sapesse nemmeno che si trattava della chitarra originale. La scena stava andando esattamente come voleva lui. Voleva fare la scena in tempo reale senza interruzioni, in un unico lungo ciak. Kurt si sentiva malissimo; non ne aveva idea. Quando l’ha scoperto, i suoi occhi si sono letteralmente riempiti di lacrime. Alla fine è stato fantastico per la scena, ma molto triste per la chitarra, per il mio insegnante di chitarra e per me

Conoscevate questo retroscena su The Hateful Eight?