Chi è Demi Lovato, la popstar dal passato maledetto

Di Demi Lovato in questi giorni si parla tantissimo: ma chi è davvero la popstar dal passato maledetto e dal futuro incerto? Ve lo raccontiamo noi

Demi Lovato
Credits: Demi Lovato / YouTube
Condividi l'articolo

Demi Lovato è sulla scena dagli anni ’00 ma ora è tornata all’attenzione del grande pubblico per via della serie documentario Dancing with the Devil

Demi Lovato. Anche se non siete ascoltatori dediti alla musica pop da classifica, avrete sicuramente sentito questo nome più di una volta. Per gli altri, non allergici alla musica commerciale, sarà del resto tranquillamente noto. Oggi di Demi Lovato si parla più, se possibile, di quanto si sia mai fatto.

Questo perché la cantante ha deciso di svelare alcune tremende verità sul suo passato e sui suoi esordi di carriera nella docu-serie Dancing with the Devil. Il suo successo come popstar è stato segnato da molti momenti difficili e traumatici, alternati a successi e a delusioni e inframezzati da problemi con dipendenze e droga.

La cantante, classe 1992, appartiene a quella schiera di moderne popstar scoperte e “addestrate” in casa Disney: Miley Cyrus, Selena Gomez e i Jonas Brothers sono alcuni dei suoi colleghi più eccellenti. Come enfant prodige, la Lovato inizia però la sua carriera nella serie per bambini Barney & Friends, prendendovi parte a soli 10 anni.

Il passaggio alla Disney, già come protagonista, avviene nel 2007 con la serie per ragazzi As the Bell Rings. Il grande successo arriva per lei però solo l’anno successivo, nel 2008, quando viene scelta come protagonista del famoso film musical Camp Rock, assieme ai tre Jonas Brothers. Proprio a questo periodo risale la violenza sessuale che ha recentemente svelato di aver subito.

LEGGI ANCHE:  Neil deGrasse Tyson risponde a Demi Lovato: "Gli alieni non sanno l'inglese"
Demi Lovato – La La Land, 2018

Il terreno è sgombro per il suo esordio e sempre nel 2008 esce il suo primo album, intitolato Don’t Forget: il regolare disco pop/rock dell’epoca, con musica energica per ragazzi, senza pretese. Il successo prosegue nell’opulenza all’ombra di Disney, con il film Princess Protection Program, nel quale è protagonista assieme a Selena Gomez.

Avvicinandosi alla maggiore età la Lovato comincia, come molte popstar che iniziano da bambine, a scegliere traguardi sempre più ambiziosi. Il suo secondo album Here We Go Again (2009) e il terzo, Unbroken (2011) scelgono suoni sempre più adulti, spostandosi dai toni leggeri del teen rock ad un pop/R&B via via più maturo.

Ben presto però, di pari passi con il successo, arrivano i problemi. Disordine bipolare e anoressia nervosa le causano una tendenza auto-lesionista e ben presto giunge l’uso di droga, cocaina nello specifico. La Lovato entra in trattamento per la prima volta a 18 anni, a causa di un tracollo nervoso.

La dipendenza da alcol e da coca si fa sentire proprio durante il tour promozionale di Unbroken, causandole difficoltà nella buona esecuzione delle canzoni e portandola del resto diverse volte vicina all’overdose. Nel 2012 decide infine di disintossicarsi, riuscendo a trascinare la propria sobrietà negli anni successivi almeno fino al 2017.

LEGGI ANCHE:  Demi Lovato: "Alieno è un termine offensivo per E.T."
Demi Lovato – Cool for the Summer, 2015

Nel frattempo escono altri suoi album, nei quali man mano si trasforma in una popstar adulta, emancipata e molto femminile. Demi (2013), Confident (2015) e Tell Me You Love Me (2017) dicono tutto al riguardo. Anche se non raggiunge mai la popolarità della collega Miley, singoli come Cool for the Summer e Sorry Not Sorry si fanno comunque sentire in classifica.

Il 2018 segna per lei una nuova battuta d’arresto e anche grave. Abbandonata la sobrietà, il 24 luglio di quell’anno va in overdose e rischia la vita. Riporta molte complicazioni cerebrali e di vista, ma sopravvive. Tuttavia si trascina ancora dietro parecchi problemi, di salute mentale e fisica, come un’aggressiva bulimia che la tormenta fin da ragazza.

All’inizio degli anni ’20 comincia a confessare tutte queste sue traumatiche esperienze, riguardando al suo passato e svelando, però, di non essere nuovamente più sobria. Nel 2021 ammette di fare ancora uso di alcol e di marijuana, anche se sostene di averci dato “un taglio” con le droghe pesanti.

Il suo settimo album, Dancing with the Devil… the Art of Starting Over, esce il 2 aprile 2021. Le canzoni del disco tentano, come suggerisce il titolo, di fare il punto su una carriera complicata e controversa, cercando nel contempo di riportare la Lovato in cima alla scena pop internazionale. Se ci riusciranno, lo dirà solo il tempo.

Demi Lovato feat. Clean Bandit – Solo, 2018
Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.