Demi Lovato ha cambiato idea: possiamo chiamarla di nuovo “lei” (she/her)

Demi
Condividi l'articolo

Demi Lovato aveva chiesto di riferirsi a lei con il pronome “loro” (they/them) per via del suo orientamento non-binario

“Ultimamente mi sento più femminile” ha detto Demi Lovato sul motivo per il quale ora richiede di essere chiamata di nuovo “lei” (she/her), e non più “loro” (they/them) come in precedenza. Da quando si è riconosciuta non binaria (non binari? non binarie? non binar*?) la cantante ha chiesto anche per lei il cambio di pronome che tanto fa discutere.

Cosa che, lo ricordiamo ancora una volta, si dimostra in italiano particolarmente complicata perché nella nostra lingua il genere declina anche gli aggettivi e per parlare di una persona toccherebbe quindi modificare un intero sistema linguistico e non solo dei pronomi. C’è chi propone il famoso asteristico a fine frase e chi la neutra schwa (ə), ma il dibattito è aperto.

La cantante, in ogni caso, non sembra prenderlo troppo sul serio. Decide infatti di tornare all’utilizzo del pronome “lei” perché, come avete letto, ultimamente si sente più femminile. Se domani si dovesse sentire più maschile, dovremmo chiamarlo “lui”? Sulla questione dice: “La cosa importante è che nessuno è perfetto”.

LEGGI ANCHE:  Demi Lovato incolpa il patriarcato per averla repressa come non-binaria

“Tutti si incasinano con i pronomi ad un certo punto, specialmente quanto stanno imparando. Riguarda solo il rispetto“. Molto bene, ma il consiglio è comunque quello di seguire attentamente il profilo Instagram della cantante / dei cantanti / delle cantanti in caso in futuro intervengano nuovi pronomi ed appellativi.

Fonte: Billboard

Continuate a seguirci su LaScimmiaSente