Forrest Gump, ecco le parole di Tom Hanks durante il comizio

A distanza di oltre 25 anni dall'uscita del film, abbiamo finalmente scoperto quali parole avrebbe dovuto dire Forrest Gump al comizio dopo la guerra

forrest gump
Condividi l'articolo

Forrest Gump (qui le nostre curiosità), film di Robert Zemeckis del 1994, grazie al quale Tom Hanks si è portato a casa un Premio Oscar, è una delle pellicole più amate degli ultimi decenni. Quest’opera è divenuta negli anni un vero e proprio cult, un punto di riferimento per la cultura pop.

Risulta quindi naturale che, grazie alla curiosità dei fan, nel tempo i protagonisti siano spinti a svelare nuovi, sorprendenti retroscena. Forrest Gump su questo non fa eccezione.

Uno degli aneddoti più interessanti riguarda una scena in particolare, quella nella quale Forrest, di ritorno dalla guerra in Vietnam, partecipa ad un comizio a Washington D.C. In quell’occasione gli viene chiesto un suo parere su quanto accaduto; tuttavia un membro delle forze dell’ordine lo interrompe rendendo impossibile sentire ciò che dice.

Se fino ad oggi potevamo semplicemente pensare che quelle parole, semplicemente, non fossero mai esistite, oggi sappiamo che la realtà è ben diversa. Secondo quanto affermato da Tom Hanks, il suo personaggio pronuncia effettivamente un discorso di cui, finalmente, conosciamo anche il contenuto. Forrest avrebbe detto infatti:

LEGGI ANCHE:  Denis Villeneuve ed Eric Roth al lavoro sul reboot di Dune di David Lynch

A volte, quando le persone vanno in Vietnam, tornano a casa dalla mamma senza gambe. A volte non tornano affatto a casa. È una brutta cosa. Questo è tutto ciò che ho da dire al riguardo.”

I motivi per i quali Zemeckis ha deciso di tagliare questa battuta non è mai stato rivelato; una possibilità è queste parole avrebbero avuto magari un effetto negativo sull’opinione pubblica, specialmente statunitense. Tuttavia queste sono semplici illazioni.

Voi che ne pensate? Secondo voi come mai questa frase è stata tagliata dalla sceneggiatura? Fateci sapere la vostra nei commenti.

Fonte: Collider

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia pensa, la Scimmia fa.

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.