Toni Cornell canta Black dei Pearl Jam: la performance è da brividi [VIDEO]

Toni Cornell in una bellissima versione di Black dei Pearl Jam

Toni Cornell
Credits: Mediática.FM / YouTube

Toni Cornell, la figlia di Chris Cornell, si cimenta con un vero e proprio cassico del grunge. E non fallisce

Toni Cornell, figlia del compianto cantante dei Soundgarden e Audioslave, si sta sempre più rivelando la degna erede del lascito artistico del padre. Anche se ancora non del tutto dedita ad una carriera discografica, Toni si è già cimentata con diverse cover nelle quali abbiamo potuto sentire tutto lo spirito canoro di una Cornell. La ragazza, che ha solo quindici anni, ci ha appena regalato la sua ultima performance.

Black dei Pearl Jam è la canzone da lei scelta per la sua esibizione in streaming in occasione del Lolla2020, evento in sostituzione del cancellato Lollapalooza annuale. Toni ha scelto una classica ballad grunge risalente al 1991, al primo storico album dei Pearl Jam. Anche se non si tratta di un pezzo dei Soundgarden, i conoscitori del genere sapranno bene quanti e quali erano i legami profondi tra le due band.

Basti citare la celebre collaborazione tra Soundgarden e Pearl Jam nel progetto Temple of the Dog. In particolare i fan più fedeli ricorderanno benissimo Eddie Vedder e Chris Cornell fianco a fianco nel potentissimo singolo Hunger Strike, perla ingiustamente dimenticata del rock inizio anni ’90. Prima della morte di Cornell, lui e Vedder hanno avuto occasione di eseguire la canzone dal vivo più volte.

L’interpretazione di Toni Cornell, in versione rigorosamente acustica, rende degno omaggio ad una musica, ad un genere e ad una scena musicale del quale il padre scomparso Chris era ed è stato simbolo immortale. E il fatto che a venir scelta sia stata proprio questa classica ballad dei Pearl Jam prova anche la sua conoscenza delle proprie radici, e il suo riconoscimento dell’importanza di un’intera cultura, della quale ora ella deve raccogliere l’eredità.

Fonte: Spin

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.