Morto Roberto Draghetti, addio al doppiatore di Jamie Foxx

Nella notte è morto Roberto Draghetti, celebre doppiatore di moltissimi volti noti del mondo dello spettacolo tra i quali Jamie Foxx

jamie foxx, collateral, roberto draghetti
Condividi l'articolo

Roberto Draghetti, grande doppiatore italiano, se n’è andato questa notte a Roma a causa di un infarto; avrebbe compiuto 60 anni il prossimo 24 agosto. Era il fratello di Francesca Draghetti, attrice comica famosa principalmente per essere una delle componenti della Premiata Ditta insieme a Roberto Ciufoli, Tiziana Foschi e l’altro grande doppiatore Pino Insegno.

Roberto Draghetti nella sua lunga carriera ha dato voce a tantissimi volti noti del mondo del cinema. In particolar modo ha doppiato in molti film Jamie Foxx, tra i quali Collateral, Alì e Giustizia Privata. Oltre all’attore che tra poco vestirà i panni di Mike Tyson nel biopic diretto da Martin Scorsese, l‘uomo ha dato la voce anche ad altri grandi personaggi del cinema come Mickey Rourke in Sin City o Josh Brolin in Non è un Paese per Vecchi dei fratelli Coen.

Draghetti ha lavorato anche moltissimo nel settore dell’animazione, partecipando ad importanti serie animate come I Simpson o Ed, Edd e Eddy, oltre ad aver prestato la voce anche per alcuni film Disney come il live action de Il Libro della Giungla del 1994. Ha lavorato inoltre anche nel mondo degli Anime, doppiando Douglas Bullet in One Piece e Gendo Ikari, papà del protagonista Shinji nel nuovo adattamento Netflix di Neon Genesis Evangelion. Ultimamente era stato sentito anche ne La Casa Di Carta, dove ha dato la voce a Mosca, personaggio apparso solo durante la prima stagione.

LEGGI ANCHE:  Uscito il secondo trailer di Baby Driver, nuovo film di Edgar Wright

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com