Il racconto di Mika: “Il Coronavirus ha colpito mia madre con il cancro”

Mika coronavirus madre cancro
Mika da un frame di video di Rain (2010)
Condividi l'articolo

Il coronavirus non guarda in faccia a nessuno. L’avevamo già visto recentemente con Tom Hanks e sua moglie, oggi fortunatamente guariti. Non da meno, anche la famiglia di Mika, celebre cantate pop, è stata colpita dal covid-19. 

Così ha infatti dichiarato durante la puntata di ieri di Domenica In dove, in collegamento da un appartamento in Atene, ha raccontato il suo personale dramma, fortunatamente risoltosi in poco tempo. Alcuni membri della sua famiglia, infatti, sono stati colpii dal coronavirus simultaneamente. Ma la preoccupazione vera è data dalla madre, malata di cancro.

“È oltre un mese che mi trovo chiuso dentro un appartamento ad Atene. Mio padre e altre persone della mia famiglia hanno contratto il coronavirus tutte insieme. E tra queste, anche mia madre, che lotta contro un cancro molto aggressivo da tempo. Ora si è stabilizzata e va molto meglio. È tornata a casa e viene assistita da un’infermiera”

Un momento a dir poco difficile per Mika che ha dovuto fronteggiare una certa preoccupazione per tutti i suoi cari. La frustrazione di essere lontano dai propri cari e non poter far nulla, nemmeno sussurrargli una parola di conforto, è stata molto grande. 

“Mia madre ha avuto giorni davvero difficili, per me è stato un momento molto triste perché ero lontano e non potevo fare assolutamente nulla. D’un tratto però, abbiamo ricevuto una telefonata a dir poco incredibile. Mia madre si era stabilizzata, era tutto fermo. Nemmeno i medici sapevano spiegarsi il perché. Però è accaduto. Sono riuscito a parlarle via Skype per fortuna. Mi sento molto fortunato e soprattutto in debito con chi si è occupato di lei”

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

LEGGI ANCHE:  Tom Holland: finiscono le uova e lui compra una gallina [VIDEO]
Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".