5 Film da vedere su Disney Plus il giorno di lancio [LISTA]

Disney Plus arriva il 24 marzo in Italia! Per l'occasione eccovi 5 film immediatamente disponibili sul catalogo da vedere già il primo giorno.

Roger Rabbit, Disney Plus

Mancano pochissime ore all’arrivo di Disney Plus: eccovi dunque 5 Film da vedere al day one!

Come ormai ben saprete, il 24 marzo Disney Plus sbarca ufficialmente in Italia! Oggi vi abbiamo consigliato 5 serie tv da vedere il giorno di lancio. Stasera, invece, abbiamo deciso di esplorare la metà cinefila del servizio.

Per aiutarvi a scegliere fra la miriade di titoli in catalogo, eccovi 5 Film da vedere su Disney Plus già al day one! Parliamo di opere immediatamente disponibili sul servizio, che sapranno accontentare un po’ tutti i palati.

1. Togo – Una grande amicizia (2019), Eric Core

TOGO

Il primo film che vogliamo consigliarvi è una produzione creata ad hoc per Disney+: Togo – Una grande amicizia con il grandissimo Willen Dafoe. La narrazione ci accompagna nella vera storia che ha ispirato un grande classico del cinema d’animazione, ossia Balto.

Protagonista assoluto è appunto Togo, l’husky siberiano protagonista dell’incredibile “corsa al siero” del 1925, quando la città di Nome in Alaska venne colta da una drammatica epidemia di difterite. Ad accompagnare quest’eroico cane troviamo l’addestratore Leonhard Seppala (Willem Dafoe), in una titanica impresa contro il tempo e contro gli elementi.

Senza indugiare troppo sulla storia (che scoprirete durante la visione) vi consigliamo di recuperare che pare avere tutti gli elementi per imporsi come uno dei primi grandi classici targati Disney Plus.

2. Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi (1989), Joe Johnstone

Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi
Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi

Dopo una grande novità, facciamo un tuffo nel passato per riscoprire un classico della nostra infanzia. Su Disney Plus sarà infatti disponibile, fra gli altri, Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi del 1989.

Un film che non ha bisogno di presentazioni, con un grandissimo Rick Moranis. Un cult senza tempo che abbiamo scelto come punta di diamante del nutrito gruppo di opere presenti in catalogo che hanno lasciato un solco profondo in tutti noi, come Flubber, Mrs. Doubtfire  o Mamma ho perso l’aereo.

Visioni ideali per tornare idealmente a quando le cose erano più semplici o per offrire ai più piccoli una finestra sull’infanzia della nostra generazione.

3. Chi ha incastrato Roger Rabbit (1988), Robert Zemeckis

Roger Rabbit, Disney Plus

 

Un capitolo a parte lo merita sicuramente Chi ha incastrato Roger Rabbit, film a tecnica mista datato 1988. Sebbene il termine capolavoro sia ormai fortemente abusato, riteniamo che, da un certo punto di vista, non sia sprecato di fronte a questo cult.

Chi ha incastrato Roger Rabbit è un’opera da gustare a più livelli, capace sia di entusiasmare i più piccoli che di appassionare i più “stagionati”, essendo, prima di tutto, un noir ben riuscito, ricco di personaggi assolutamente indelebili.

Il film nasconde però anche altro, è una riflessione sulle ombre dello star system, sul lato oscuro della fama, fatto di invidia e tradimenti, avarizia e corruzione. Il tutto condito dalla più grande marea di icone animate mai vista sul grande schermo: da Bugs Bunny a Topolino, da Paperino a Daffy Duck… Un chiassoso mosaico multiforme, eppure straordinariamente sensato, riuscito, perfetto.

4. Thor: Ragnarok (2017), Taika Waititi

Thor Ragnarok, Taika Waititi, Scorsese

Sebbene non ci siano ancora conferme ufficiali sulla sua presenza in catalogo, è altamente probabile che il terzo capitolo della trilogia dedicata al dio norreno sia presente data la sua recente scomparsa da Netflix.

Thor: Ragnarok è un film che ha nettamente diviso i cinefili: c’è chi lo ha amato e chi ne avrebbe fatto volentieri a meno. Dal canto nostro, lo abbiamo piazzato piuttosto in alto nella nostra classifica dedicata ai film MCU. Se siete fra coloro che lo hanno disprezzato, vi consigliamo di recuperarvelo per un semplice motivo: Taika Waititi.

Ora che il mondo ha scoperto il regista neozelandese grazie al successo di JoJo Rabbit, siamo convinti che anche Thor: Ragnarok verrà rivalutato. Non fate l’errore di giudicarlo in base a ciò che avete visto nei precedenti film del Marvel Cinematic Universe, ma cercate di cogliere in esso la tenera anarchia che è il marchio di fabbrica di Waititi.

Con JoJo Rabbit nel cuore, siamo convinti che anche questo terzo capitolo della peggior trilogia Marvel degli ultimi vent’anni, saprà sorprendervi: mettetevi comodi, spegnete il cervello e divertitevi!

5. Taron e la pentola magica (1985), Ted Bernam e Richard Rich

Taron e la pentola magica

Venticinquesimo classico Disney secondo il canone classico, Taron e la pentola magica è probabilmente fra i lungometraggi meno noti della casa di Topolino. Premettiamo che anche per questo film vale lo stesso discorso di Ragnarok: non abbiamo l’ufficialità della presenza, sebbene essa sia molto probabile.

Tratto dai libri della serie Le Cronache di Prydain di Lloyd Alexander, Taron e la pentola magica ebbe uno scarso successo di critica e di pubblico. Le sue venature marcatamente orrifiche, furono ritenute eccessive per un pubblico di bambini.

Le troppe scene di violenza, da alcuni definita “estrema”, e le allusioni sessuali, fecero precipitare l’opera nel dimenticatoio. Fortunatamente il film fu riscoperto negli anni, divenendo un punto di riferimento per molti autori a noi cari come, ad esempio, Tim Burton.

Proprio a causa del suo insuccesso, il film sarà probabilmente ignoto ai più. Dal canto nostro, vi consigliamo di approfittare dell’occasione per recuperarvi il lungometraggio d’animazione più cupo e atipico dell’intera filmografia Disney. 

Per restare aggiornato sul mondo Disney Plus, unisciti al nostro gruppo Disney Plus Italia!