Box Office Italia, “Hollywood” straccia Rambo e Ad Astra

box office italia

Nuova linfa per il Box Office Italia, che accoglie a braccia aperte una serie di potenziali hit in semi-contemporanea con il resto del mondo. Dopo un periodo vissuto “a rimorchio” di avanzi estivi come Il Re Leone o Tarantino, è il turno delle pellicole inedita provare a farsi largo in sala. In questo senso, i nuovi arrivi convincono a metà: e se Rambo Last Blood riesce a mettere insieme una media discreta, né Ad Astra né tantomeno Yesterday possono nulla contro il vero peso massimo di questo fine settembre: C’Era una Volta ad Hollywood.

box office italia

Del risultato di Tarantino si è detto. Nonostante il ritardo di quasi due mesi sulla distribuzione mondiale, il colosso d’autore si è già dimostrato in grado di imporsi sui risultati di tutta la filmografia del regista. Merito del soggetto più “normale” del solito e dei divi in cartellone, ma con 9 milioni in due weekend il film è destinato a superare i 12 di  Django ormai a giorni. Impatto rimandato per titoli altrettanto attesi ma al momento bloccati, quali l’Ad Astra di Gray: media discreta ma sottotono per il kolossal Sci-fi, chiuso dalla concorrenza nonostante il forte odore di Oscar spinto in quella direzione.

Questa la Top Ten approfondita del Box Office Italia al lunedì del 30 settembre:

  1. C’ERA UNA VOLTA… A HOLLYWOOD WE: 2.154.428 euro TOT: 9.054.596;
    SPETT: 298.832; SALE: 840; SETT: 2
    Calo contenuto e risultati eccellenti per un regista ormai sempre meno cult e più mainstream. Tarantino è, ormai dai tempi di Bastardi Senza Gloria, accettato come cineasta “per tutti”, e i numeri da blockbuster di  Hollywood non fanno che confermarlo.
  2. AD ASTRA WE: 816.156 euro TOT: 816.156;
    SPETT: 120.501; SALE: 420; SETT: 1
    In scia agli ultimi Villeneuve, anche Ad Astra sembra confermare il divario tra critica e pubblico al momento di rapportarsi ai grandi Sci-fi contemporanei. Al plauso critico non è seguito il risultato economico, almeno nella settimana di debutto.
  3. RAMBO – LAST BLOOD WE: 727.758 euro TOT: 727.758;
    SPETT: 102.065; SALE: 499; SETT: 1
    I numeri di John Rambo sono lontani, anche probabilmente per l’approccio più low budget al materiale di partenza. Ma i fan di Sly sanno ancora rispondere presente.
  4. YESTERDAY  WE: 472.787 euro; TOT: 472.787;
    SPETT: 70.226; SALE: 369; SETT: 1
    Con circa cinque mesi di ritardo, arriva l’ultima commedia di Danny Boyle. Chiuso dalla concorrenza, i numeri sono al minimo.
  5. DORA E LA CITTA’ PERDUTA WE: 417.098 euro; TOT: 417.098;
    SPETT: 67.129 ; SALE: 327; SETT: 1
    Non benissimo neanche il live action del popolare cartone per bambini, a sua volta ostacolato dai diversi lungi a target simile presente in sala.
  6. IL RE LEONE WE: 352.096 euro TOT: 37.101.567;
    SPETT: 52.713; SALE: 300; SETT: 6
    Asso pigliatutto di questo 2019, Il  Re Leone si fermerà poco sotto i 40 milioni. E’ il maggior incasso per un film straniero dai tempi di Avatar.
  7. SHAUN VITA DA PECORA WE: 301.668 euro TOT: 301.668;
    SPETT: 47.345; SALE: 354; SETT: 1
    Altro cartoon per ragazzi senza particolare presa per il pubblico adulto, si accontenta di poco e proverà a reggere un secondo weekend.
  8. VIVERE WE: 248.544 euro; TOT: 248.544;
    SPETT: 39.441 ; SALE: 281; SETT: 1
    Male gli italiani in sala, gli unici con medie sotto i mille euro per sala. Ha la scusante del debutto il film della Archibugi, comunque lontano dai risultati dei lavori classici dell’autrice.
  9. TUTTA UN’ALTRA VITA WE: 199.517 euro; TOT: 1.542.972;
    SPETT: 30.405; SALE: 217; SETT: 3
    Al terzo weekend si appresta a sparire l’unica commedia italiana della top ten. Numeri discreti, ma i fasti del genere sembrano ormai lontani anni luce.
  10. IT CAPITOLO 2 WE: 194.530 euro; TOT: 9.345.206;
    SPETT: 26.227; SALE: 189; SETT: 4
    Atterraggio “comodo” a dieci milioni per il tardivo seguito del film 2017. Non supererà il primo film, ma resatano numeri da grande film.fonte: cinetel