Liam Neeson shock, meditava omicidio razzista per vendetta

Liam Neeson
Condividi l'articolo

In una recente intervista pubblicata su Indipendent, Liam Neeson(QUI la recensione del suo ultimo film) ha affermato di aver seriamente meditato l’omicidio. La confessione, mai avvenuta prima, riguarda un fatto passato e che lo ha scosso profondamente. L’attore ha rivelato alla rivista dei suoi intenti omicidi dopo lo stupro di una persona a lui molto cara. Liam Neeson ha aggiunto di provare ormai solo orrore e vergogna per i pensieri fatti a quel tempo.

L’intervista è stata rilasciata in occasione dell’uscita del suo ultimo film: Un uomo tranquillo (2019). Liam Neeson, discutendo della trama, ha deciso di rivelare una sua personale esperienza di vita, in cui una persona a lui cara è stata ferita in seguito ad un atto di violenza. L’attore è venuto a conoscenza dello stupro già avvenuto “gestito nel modo più straordinario possibile”, afferma egli stesso. La prima reazione di Neeson, tuttavia, fu di chiedere se conoscesse l’aggressore e di quale colore fosse la sua pelle.

LEGGI ANCHE:  Una Pallottola Spuntata: Liam Neeson potrebbe essere Frank nel reboot

Sono andato su e giù per la zona con un manganello, sperando di essere avvicinato da qualcuno- mi vergogno di dire – e l’ho fatto per circa una settimana, sperando che qualche “bastardo nero” uscisse da qualche pub e ci provasse con me per qualcosa, così che avrei potuto ucciderlo.

Mi ci è voluta una settima, forse una settimana e mezza, per superare la cosa […] è stato orribile, orribile […] che l’abbia fatta.”

Neeson prosegue dicendo:

E’ stato terribile, ma ho imparato una lezione; finchè ho pensato: “Che cazzo stai facendo?”.”

Neeson ha poi proseguito con un acenno al suo passato:

Sono cresciuto nell’Irlanda del Nord durante le rivolte e conoscevo questa coppia di ragazzi morti per uno sciopero della fame, ho avuto conoscenti molto presi dalle rivolte; e ho capito che il bisogno di vendetta, porta solo ad altra vendetta, più morti e più morti; e l’Irlanda del Nord ne è la prova. Tutte queste cose che succedono nel mondo, la violenza, ne è la prova, sai. Ma quel bisogno primitivo, lo capisco.”

Liam Neeson è apparso provato dall’esperienza, enormemente pentito per i pensieri fatti. L’attore sostiene di nutrire vergogna per quanto successo, ma afferma che ha imparato una lezione da quella storia.

LEGGI ANCHE:  Dicci quali programmi tv guardi e ti diremo quali film guardare pt.1

Per altre informazioni del genere seguite la pagina facebook Lascimmiapensa.com