Box Office Italia, vola Dragon Trainer. Quarto Il Primo Re

Box Office Italia: aggiornamenti settimanali sui principali incassi del weekend

Debutta bene il secondo mese dell’anno per quanto riguarda il Box Office italiano, aiutato in questo caso da buone uscite e il meteo a favore. A vincere è prevedibilmente il nuovo Dragon Trainer, una saga consolidatasi negli anni e ora capace di debuttare a tre milioni senza rivali. Altrettanto forte Green Book, trainato da Oscar e tematica, miglior media della settimana. Ma inutile dire che l’attesa di tutti è su Il Primo Re: il piccolo kolossal italiano (8 milioni di budget) va bene ma non benissimo, sfiora il milione al debutto, avrà bisogno di più tempo per mostrare il suo potenziale. Ma conferma ancora una volta che ormai portare la gente a vedere film italiani è una missione disperata.

Per il resto, numeri buoni e totali importanti. Creed 2 si conferma un fenomeno, supera il prototipo e pone le basi per una saga dal potenziale infinito. Tenuta buona anche per Mia e La Favorita, che avrà senz’altro vita lunga grazie alla corsa all’Academy. Tra i debutti, discreto il dato di Hannah Grace, unico horror in sala.

Questa la Top Ten approfondita del Box Office Italia al lunedì del 4 febbraio:

  1. DRAGON TRAINER 3  WE: 3.155.580 euro  TOT: 3.155.580  
    SALE: 557 ; SETT: 1
    Momento ottimo per i film per ragazzi. Tra Ralph, Mia e ora Dragon Trainer le vette del Box Office italiano sono da un mese dedicate al film “per tutti”: la saga Dreamworks è poi un punto fermo, e al terzo capitolo va sempre meglio.
  2. GREEN BOOK  WE: 1.814.950 euro  TOT: 1.814.950  
    SALE: 360; SETT: 1
    Debutto stellare per un film in fondo piccolo come questo Green Book. Certo, l’Italia è forse l’unico paese al mondo ad attenderlo quanto gli USA (vista la sempreverde contrapposizione di minoranze su cui il film gioca), ma la media è addirittura la migliore.
  3. CREED 2  WE: 1.525.905 euro  TOT: 6.109.051  
    SALE: 516 ; SETT: 2
    Un nuovo grande franchise è nato. Il secondo capitolo della serie figliata da Ryan Coogler è alla seconda settimana un successo stellare. Resta da vedere come si proseguirà all’addio di Sly.
  4. IL PRIMO RE  WE: 930.075 euro  TOT: 930.075  
    SALE: 370 ; SETT: 1
    Impossibile capire cosa aspettarsi da Il Primo Re in termini di incassi. Virtualmente è il film che tutti aspettano, in pratica l’astrusità e la violenza potrebbero danneggiarlo. L’avvio è discreto, ma ci si aspetta di più.
  5. MIA E IL LEONE BIANCO  WE: 877.714 euro  TOT: 5.000.522  
    SALE: 469; SETT: 3
    Cinque milioni in tre settimane, meglio di quanto previsto. Il particolare prodotto francese si conferma materiale da esportazione di primo livello.
  6. L’ESORCISMO DI HANNAH GRACE  WE: 695.187 euro  TOT:
    695.187  
    SALE: 287 ; SETT: 1
    Pochissimo spazio per l’horror nelle ultime settimane. Hannah Grace punta sull’esorcismo, sotto-sottogenere di discreto successo dalle nostre parti. Media discreta, aspettative bassine.
  7. LA FAVORITA  WE: 656.002 euro  TOT: 2.005.287  
    SALE: 358 ; SETT: 2
    Perde qualche colpo ma rimane a galla il film di Yorgos Lanthimos. Potrebbe rinunciare a qualche sale, e godere di un rilancio tra due settimane in periodo di Oscar.
  8. RICOMINCIO DA ME  WE: 621.589 euro  TOT: 1.735.222  
    SALE: 250 ; SETT: 1
    Ritorno low profile per Jennifer Lopez, con una rom com divistica modello quindici anni fa. Un pubblico ce l’ha ancora, ma nel tornado di uscite non brilla.
  9. BOHEMIAN RHAPSODY  WE: 375.354 euro  TOT: 27.983.844  
    SALE: 184 ; SETT: 10
    Comincia dopo “solo” tre mesi a perdere colpi il film di Bryan Singer. Alle soglie dei 30 milioni, è il più grande successo italiano del decennio Zalone escluso.
  10. GLASS  WE: 343.167 euro  TOT: 3.724.810  
    SALE: 203 ; SETT: 1
    Critica delusa, pubblico entusiasta, Glass conferma quantomeno il ritorno di Shyamalan nell’Olimpo dei multisala. Per un regista definito troppo presto un maestro di flop, è un bel traguardo.

fonte: cinetel