Eternal Sunshine of the Spotless Mind: 10 cose che non sapevi

10 curiosità sul capolavoro di Michel Gondry

Eternal Sunshine of the Spotless Mind nasce dalla collaborazione tra il regista Michel Gondry e lo sceneggiatore Charlie Kaufman.

Eternal Sunshine of the Spotless Mind ha debuttato nel 2004 e vede come protagonisti Jim Carrey e Kate Winslet. In questo film la Winslet offre una delle migliori prestazioni interpretative della sua lunga carriera. L’unione di questi ingredienti ha dato vita ad un meraviglioso film che è diventato una delle opere drammatiche e romantiche di maggior successo nella storia del cinema indipendente.

Eternal Sunshine

Questo film solleva l’idea principale che l’amore per una persona possa segnare la nostra vite anche quando non vediamo il nostro sentimento corrisposto. Tra tutte le esperienze positive della vita e quelle cattive, dobbiamo prendere il meglio e tenerlo nei nostri ricordi per riempirci di forza e pianificare il nostro destino in maniera ottimale.

Di seguito riportiamo alcune curiosità su questo film di culto.

  • Nonostante sia un film indipendente, aveva un budget abbastanza alto per questo tipo di produzione, poiché è costato 20 milioni di dollari. Finora ha incassato più di 72 milioni di dollari rendendolo un successo per l’industria cinematografica indipendente.

 

  • Il ruolo di Clementine era stato inizialmente offerto alla splendida Bjork, ma lo rifiutò perché stava soffrendo di una grave depressione dopo aver recitato in Dancer In The Dark di Lars Von Trier dichiarando che non avrebbe più recitato in un film.

 

  • Il titolo del film deriva da una poesia dello scrittore Alexander Pope. Il poema è stato anche usato dallo sceneggiatore Charlie Kaufman per il film Essere John Malkovich. Il poema recita come segue:

Com’è felice il destino dell’incolpevole vestale!
Dimentica del mondo, dal mondo dimenticata.
Infinita letizia della mente candida!
Accettata ogni preghiera e rinunciato a ogni desiderio.

 

  • Sebbene Charlie Kaufman abbia creato una sceneggiatura magnifica, il regista ha dato agli attori molta libertà di improvvisazione. Carrey e la Winslet hanno messo del loro, usando aneddoti reali vissuti nelle loro esperienze amorose.

 

  • Michel Gondry e Dan Leight, lo scenografo del film, hanno lavorato a stretto contatto con un neurochirurgo al Mount Sinai Hospital di Manhattan per trarre ispirazione. Il casco che vediamo, con cui viene eseguita la procedura di cancellazione della memoria esiste davvero. Si basa su uno che viene effettivamente utilizzato per la scansione nei casi di tumori difficili da rilevare. Eternal Sunshine

In Italia il film fu distribuito con il titolo di : Se mi lasci ti cancello. In molti credevano si trattasse di una commedia.

  • Dall’inizio del film i capelli di Clementine cambiano a seconda della condizione del loro rapporto: verde quando i due si conoscono e inizia la loro storia d’amore, rosso quando l’amore è più intenso, arancione per i momenti di crisi e durante la separazione e blu dopo la rottura e la cancellazione di Joel dalla sua memoria.
  • L’idea del film è nata ad una cena tra Michel Gondry e l’artista Pierre Bismuth. Quest’ultimo chiese al regista: “Cosa faresti se ricevessi una lettera che ti avverte che una persona ti ha cancellato dalla tua memoria e che non devi mai cercarla mai più?”  Gondry rimase con la domanda e riuscì a malapena a spiegarla a Charlie Kaufman. Da lì nacque la sceneggiatura.

 

  • Ironia della sorte, la fidanzata di Michel Gondry lo lasciò dopo aver finito le riprese del film, e tutti hanno chiesto scherzosamente “la cancellerai dalla tua memoria?”. Gondry rispose di no, specificando che è devastante per chiunque voler vivere una relazione e non avere la possibilità di farlo.

 

  • La scena sul treno, quando Clementine colpisce Joel, è stata totalmente improvvisata da Jim e Kate.

 

  • Nella scena in cui Stan (Mark Ruffalo) spaventa Mary (Kirsten Dunst), Michel Gondry chiedeva a Ruffalo di nascondersi in un punto diverso per ogni ripresa, per spaventarla davvero.

Seguiteci per tantissime altre curiosità sul mondo del cinema.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here