I Dossier della Scimmia: Andrew Cunanan

Nome: Andrew Phillip Cunanan

Nickname: Andy

Serie Tv: American Crime Story

Residenza: Minneapolis e Miami

Professione: Gigolò d’alto bordo / Serial Killer

Frasi Celebri: Versace has invited me to the opera. Of course, I said yes.

Andrew Cunanan è uno dei protagonisti di American Crime Story, una serie televisiva antologica trasmessa dalla rete via cavo FX a partire dal 2016.

Ogni stagione si presenta come un’autonoma miniserie, narrante le vicende legate a noti casi giudiziari o di cronaca nera, entrati di diritto nella storia moderna degli Stati Uniti D’America a causa del loro forte impatto mediatico. La seconda stagione, che vede Andrew Cunanan tra i personaggi principali, è incentrata sull’assassinio del noto stilista italiano Gianni Versace.

15 luglio 1997, Miami (Florida, USA)

Lo stilista italiano Gianni Versace viene assassinato con due colpi di pistola sugli scalini della propria abitazione a Miami Beach, gettando nello sconforto più profondo la propria famiglia e tutto il mondo della moda.

“Con la morte di Versace l’Italia ed il mondo perdono lo stilista che ha liberato la moda dal conformismo, regalandole la fantasia e la creatività.”

                                                                                                     Franco Zeffirelli

Dell’assassinio viene incolpato Andrew Cunanan, sospettato di aver commesso altri omicidi a Minneapolis e Chicago, e per questo già ricercato dal F.B.I.

Andrew cresce nel “quartiere bene” di Rancho Bernardo (San Diego), ultimo dei quattro figli di Mary Ann Schillaci e Modesto Cunanan. Quest’ultimo era un broker molto abile nel truffare gli investitori mediante la vendita di titoli falsi, illudendo la famiglia di poter condurre uno stile di vita al di sopra delle proprie reali disponibilità economiche.

Modesto è un uomo possessivo, estremamente sicuro di sé e con tendenze violente; caratteristiche che trasmetterà ad Andy, per cui stravede e da cui si aspetta molto, ritenendolo dotato di un’intelligenza superiore alla media. Andrew, bambino taciturno e con la passione per i libri, è speciale agli occhi del padre, ed è proprio ossessione nell’essere speciale che andrà cercando per il resto della sua vita.

Crescendo, Andrew dimostra di avere fascino e grandi qualità intellettive. È un ragazzo molto attraente, ben vestito, e che talvolta esibisce provocatoriamente (e in maniera carnevalesca) la propria omosessualità. Ama vivere nel lusso credendosi destinato a grandi palcoscenici, ma la fuga del padre nelle Filippine lascia la famiglia sul lastrico, complicando notevolmente le cose.

Essendo disperatamente alla ricerca di qualcun altro che gli garantisca un stile di vita fastoso e senza sforzi, intraprende la carriera di “accompagnatore”, iniziando relazioni estremamente proficue con alcuni esponenti (segretamente omosessuali e in genere persino sposati) della comunità degli affari. È, insomma, un gigolò d’alto bordo e dalle prestazioni estremamente costose.

Quando si avvicina alle proprie prede, appare come un ragazzo colto e seducente, ma la verità è che la vita di Andrew Cunanan è tutta una menzogna. Mente riguardo al proprio lavoro e alle proprie origini, indossa abiti rubati e millanta conoscenze che in realtà non ha, vivendo in un mondo tutto suo.

Lo stilista e icona gay Gianni Versace è uno dei pochi a non esser finito nella tela del ragno, pagandone a carissimo prezzo le conseguenze.

Dopo aver raggiunto la notorietà interpretando Blaine Anderson in Glee, Darren Criss alza l’asticella e supera sé stesso, regalando una performance sorprendente e straordinaria. Il suo Andrew Cunanan è un mix di eleganza, intelligenza e pazzia che potrebbe fungere da trampolino di lancio per la sua carriera.

Qui trovate la puntata precedente dei dossier!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here