The Disaster Artist di James Franco: Recensione in anteprima

James Franco dirige ed interpreta "The Disaster Artist", il film sulla storia di Tommy Wiseau e Greg Sestero, due outsider di Hollywood con il merito di aver creato The Room, "il quarto potere dei film brutti". La recensione in anteprima.

0
2208
The Disaster Artist Recensione
La scena di "Hey Mark"

James Franco ritorna al cinema, dopo il breve cameo in Alien:Covenant, con The Disaster Artist, un film tragicomico sulla genesi e sulle riprese di “The Room”, definito amichevolmente “Il film più brutto della storia” e “Il Quarto Potere dei film brutti”, recensito pessimamente su IMDb.

Franco porta sullo schermo la storia di Tommy Wiseau (James Franco) e Greg Sestero (Dave Franco), due amici di Los Angeles che – non riuscendo a sbarcare il lunario – decidono di scrivere e autoprodurre un film su una banale storia di tradimento finita in tragedia.

Che cos’è il vero The Room?

The Room fu il risultato di un esperimento costato sei milioni di dollari (per fare un paragone, Le Iene di Tarantino ne costò a stento uno). È un film che difatti non ha una trama, ha una serie di sottotrame gestite in modo sciatto, una recitazione discutibile e dialoghi sconclusionati; senza parlare di “effetti speciali” e uso dello schermo verde.

The Room si potrebbe definire come antenato di un contenuto viral: gira, si diffonde e fa parlare di sè senza una ragione precisa. La sua fama è dovuta all’accozzaglia di scene cult non-sense. Nonostante abbia incassato solo 1800 dollari al botteghino (tra l’altro pagando i cinema per proiettarlo), ebbe un immenso successo nel nostalgico mondo delle VHS.

La recitazione di Franco

James Franco in “The Disaster Artist” riesce a calarsi a pieno nel personaggio e, grazie anche ad un ottimo trucco, prova a ricostruire la vita di Wiseau e la genesi del progetto. L’attore californiano ne riproduce l’accento bizzarro e la parlata sgrammaticata, ma anche gli aspetti più stravaganti della personalità.

Poco si sa sulla vita passata del protagonista e su come abbia racimolato soldi per produrre il film, né l’incerta l’età o il vero nome o la città di nascita. Nel film è sottolineata più volte l’ipotesi che sia nato nell’Europa dell’Est, nonostante lui si definisca originario di New Orleans e fortemente americano.

The disaster artist james franco
Caratterizzazione del personaggio

Calatosi in una parrucca lunga nera e con occhiali da sole neri perennemente indossati – sarà difficile per il pubblico italiano non ricordare Richard Benson – Franco rappresenta anche gli aspetti tragici del personaggio: il bisogno di amici e di affetti, e il carico di dolori passati.

Buona prova anche per Dave Franco, fratello minore di James, che interpreta Greg. Ragazzo di diciannove anni all’apertura del film, timido ed introverso che desidera ardentemente diventare attore. Seguirà Tommy in tutto e per tutto: Greg riesce a trovare un mentore ed una figura paterna nello stravagante amico.

The Disaster Artist, la trama del film

I due, infatti, decidono di mollare tutto ed andare a vivere a Los Angeles, e tra un rifiuto e una porta sbattutta, maturano l’idea di mettersi in proprio. È proprio qui che si sviluppa l’aspetto tragicomico del film: i sogni dei due escono in maniera impietosa dal confronto con i professionisti assoldati per girare il film.

Un rapporto di odio e sudditanza: Tommy ha un immenso capitale da spendere arrivando a girare sia in 35mm che in digitale ed assoldando un cast di produzione che arriverà, negli ultimi giorni, fino a 400 persone. Il suo atteggiamento sul set, però, non è dei migliori: il regista è dispotico, aggressivo e si rivolge in maniera irrispettosa nei confonti dei suoi collaboratori.

James Dave Franco
I due protagonisti di “The Disaster Artist”

Alla fine presenzieranno tutti alla prima, chi tra i timori di essersi reso ridicolo sulla pellicola, chi ridendo di sano gusto; ne sarà soddisfatto anche lo stesso regista, in un certo senso, nonostante volesse realizzare un film drammatico. Il film lancerà la sua carriera nel mondo dello spettacolo.

Cast e camei d’onore nel film di James Franco

Nel cast figurano anche brevi camei di Sharon Stone, Melanie Griffith, J.J. Abrams, Zac Efron e Josh Hutcherson. Un film che vale la pena di vedere, possibilmente in lingua originale, così da cogliere anche gli aspetti linguistici del personaggio (in particolare la risatina irritante che caratterizza Wiseau). Una grande prova di recitazione che ha ridato vita ad un cult dello scorso decennio.

Come disse il vero Wiseau parlando di The Disaster Artist: “Dopo questo film, The Room avrà altri dieci anni di notorietà“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here