Le 10 migliori colonne sonore di Ennio Morricone

5 – Revolver, di Sergio Sollima (1973)


Al quinto posto abbiamo la colonna sonora che Ennio Morricone compose per Revolver, il film di Sergio Sollima che racconta la collaborazione tra Vito Cipriani,  vice-direttore di un carcere di Milano, e Milo Ruiz, un criminale per la cui liberazione dei mafiosi hanno rapito la moglie di Vito.

Il vice-direttore sarà costretto a far evadere Milo pur di ottenere in cambio la restituzione della moglie ma si troverà poi coinvolto in qualcosa di più grande. Anche qui Ennio Morricone dà il meglio di sé. Da notarsi la differenza rispetto alle colonne sonore di cui si è precedentemente parlato: è un chiaro esempio della poliedricità del maestro. Come spesso accade, anche qui Morricone scelse di affidare la direzione dell’orchestra a Bruno Nicolai.

4- Per qualche dollaro in più, di Sergio Leone (1965)

Tra gli episodi della trilogia che diede il via al genere degli spaghetti western, il secondo è quello con la colonna sonora che scegliamo per il quarto posto. Ambientato in Nuovo Messico e interpretato da Clint Eastwood, Gian Maria Volontè e Lee Van Cleef, il film ha raggiunto il suo successo anche per i brani composti da Ennio Morricone che, ancora una volta, riescono ad intrecciarsi perfettamente alle scene del film nonostante siano stati realizzati a montaggio concluso.