Will Smith: Netflix e Sony rimandano i suoi film dopo lo schiaffo a Rock

Netflix e Sony hanno deciso di mettere in pausa le produzioni che vedono protagonista Will Smith a seguito della Notte degli Oscar

Will Smith
Condividi l'articolo

Continuano le ripercussioni su Will Smith a seguito dell’ormai famigerato schiaffo che la star di King Richard ha dato a Chris Rock durante la notte degli Oscar (qui per vederlo). Sia Netflix che Sony hanno infatti deciso di mettere in pausa i progetti che avevano in programma insieme a Smith.

Con la piattaforma della grande N. Smith avrebbe dovuto infatti iniziare a lavorare su Fast and Loose, nuovo film di David Leitch. Tuttavia, secondo quanto riportato da Variety, la produzione è in questo momento ferma e non è neanche sicuro che alla ripresa delle operazione, Will Smith sarà ancora al suo posto come protagonista.

Una decisione molto simile è stata presa anche da Sony che ha deciso di fermare, come riportato da Hollywood Reporter, la produzione, già in fase avanzata, di Bad Boys 4, saga oramai cult che vede protagonisti Smith insieme a Martin Lawrence. In questo caso la situazione è ancor più complessa in quanto è impossibile immaginare questo film senza Will Smith. Dunque è probabile che si tratti solamente di una pausa ma che, alla ripresa delle operazioni, la star di Men Im Black, sarà al suo posto.

LEGGI ANCHE:  Aladdin, Will Smith e il commovente omaggio al genio di Robin Williams

Inoltre l’uscita del film firmato Apple+ Emancipation che lo vede protagonista, ruolo per il quale si parlava di lui già come futuro contendente agli Oscar 2023, è stata rimandata a data da destinarsi.

La decisione definitiva verrà sicuramente presa dopo il 18 aprile, data nella quale l’Academy si riunirà per decidere le sorti di Will Smith. Sebbene infatti l’attore si sia già dimesso dall’organizzazione (qui i dettagli), non è ancora chiaro se potrà conservare l’Oscar vinto per King Richard e se potrà inoltre prendere parte, eventualmente, alle prossim edizioni degli Academy Awards.

Cosa ne pensate di queste decisioni di Netflix e Sony? Siete d’accordo con le loro prese di posizione?

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.