Life Is But a Dream: il corto di Park Chan-wook girato con IPhone [video]

Life Is But a Dream è il titolo del cortometraggio che Park Chan-wook ha realizzato interamente usando un Iphone 13 Pro

life is but a dream
Condividi l'articolo

Park Chan-wook, regista autore della meravigliosa Trilogia della Vendetta, è sicuramente uno dei cienasti sudcoreani più conosciuti al mondo. Per questo motivo Apple ha deciso di affidarsi alle sue sapienti mani per realizzare un cortometraggio realizzato interamente con Iphone 13 Pro. Il film, intitolato Life Is But a Dream, dura 21 minuti ed è un mix tra arti marzial, fantasy e dark comedy.

La trama infatti racconta di un becchino  che risveglia un fantasma quando tenta di rubare la bara di White Marten, un guerriero morto salvando un villaggio. Il fantasma risvegliato stringe quindi un’amicizia con il fantasma del guerriero che il becchino stava cercando di derubare. 

Il cortometraggio può cantare su un cast davvero impressionante. Yoo Hai-jin interpreta il becchino, mentre Park Jeong-min e Kim Ok-vin sono rispettivamente il fantasma risvegliato e White Marten. Il film utilizza una narrativa musicale coreana tradizionale nota come Pansori oltre alla tecnica tradizionale coreano, Madanggeuk, per raccontare la sua storia.

LEGGI ANCHE:  Oldboy torna al Cinema in Versione Restaurata: i Dettagli [DATA]

Parlando del processo di realizzazione di Life is But a Dream , il regista di Oldboy ha rivelato in una conferenza stampa di apprezzare la flessibilità, la convenienza e la libertà che derivano dalla realizzazione di cortometraggi affermando:

È molto difficile compiere esperimenti di genere in un lungometraggio perché costa un sacco di soldi e c’è molta pressione. Quando realizzo cortometraggi, ho libertà creativa.

Park, per l’occasione, si è riunito con il direttore della fotografia Kim Woo-hyung. I due avevano lavorato insieme in La tamburina, serie televisiva britannica con protagonista Florence Pugh. La coppia ha utilizzato la modalità cinematografica, il video macro, la modalità notturna, la stabilizzazione ottica dell’immagine e la fotocamera ultra grandangolare dell’iPhone 13 Pro per creare il cortometraggio visivamente sbalorditivo ed esteticamente accattivante. 

Siamo stati in grado di creare inquadrature e atmosfere cinematografiche proprio come i film quando utilizzano le tradizionali attrezzature per fotocamere – ha spiegato il direttore della fotografia.

Che ne pensate?