Nirvana: archiviata la causa di Spencer Elden sulla copertina di Nevermind

Condividi l'articolo

Un giudice in California ha archiviato la causa riguardante la copertina dello storico album dei Nirvana

Sembra conclusa la causa riguardante la mitica copertina dell’album Nevermind dei Nirvana, sulla quale nel 1991 comparve da bambino l’oggi trentenne Spencer Elden. Costui ha chiesto danni morali e materiali per lo sfruttamento della sua immagine accusando la band di aver distribuito pornografia infantile; poiché, sulla suddetta copertina, lui compariva completamente nudo (genitali compresi).

La causa è stata presa poco sul serio fin dall’inizio ed Elden ha dovuto affrontare un grande backlash a lui indirizzato da fan e sostenitori della band. A rispondergli gli stessi Nirvana, Dave Grohl e Krist Novoselic, che hanno chiesto l’annullamentod del caso assieme a Courtney Love e a Kirk Weddle, il fotografò che scattà la foto “incriminata”.

La tesi della difesa si basa principalmente sul fatto che fino a poco tempo fa Elden sembrava piuttosto godere della notorietà derivante dalla sua apparizione sulla copertina. “Ha il titolo dell’album tautato sul petto; […] ha venduto copie autografate dell’album su eBay; e ha tentato di usare il collegamento [con la copertina] per rimorchiare le donne”.

LEGGI ANCHE:  Percorre 150 km in bici per disegnare il bimbo di Nevermind sul GPS [Foto]

Elden avrebbe avuto tempo fino al 30 dicembre per replicare alla richiesta di annullamento della causa, ma i suoi avvocati non si sono mossi. Di conseguenza, il giudice ha infine annullato la causa, stabilendo la data del 13 gennaio come termine per riaprire il procedimento, eventualmente, con i dovuti cambiamenti. Sembra però che finalmente Elden abbia rinunciato.

Fonte: BBC

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Sente, la Scimmia fa.