No Way Home, Zendaya: “Willem Dafoe ha terrorizzato tutti sul set”

Zendaya e Tom Holland hanno parlato della prova attoriale di Willem Dafoe sul set di Spider-Man: No Way Home

willem dafoe, no way home
Condividi l'articolo

Dopo un paio di settimane dall’uscita di Spider-Man: No Way Home, terzo capitolo della saga MCU dell’Uomo Ragno, iniziano ad arrivare alcuni retroscena riguardanti la produzione del film. In particolare i due attori protagonisti, Tom Holland e Zendaya hanno parlato del ritorno sul set di Willem Dafoe nei panni del Goblin e di come la sua incredibile capacità attoriale abbia letteralmente terrorizzato tutti sul set dopo essersi trasformato nel terrificante arcinemico di Spider-Man.

Ha spaventato a morte tutti, ad essere onesti – dice l’attrice. La cosa più bella è che tutti sono così adorabili, e poi interpretano questi personaggi molto malvagi. Lui è così bravo ad essere adorabile, sai?  E poi, [imita la voce di Green Goblin,] “whoa”

Dal canto suo, Holland è rimasto impressionato dai modi diversi con i quali Dafoe è stato in grado di interpretare ogni battuta. Il giovane attore britannico dice di non aver mai visto un attore dare a un regista “così tante opzioni” più di quante abbia visto fare a Dafoe sul set di Spider-Man: No Way Home.

Non ho mai lavorato con un attore che fosse in grado di dare a un regista così tante opzioni – dice Holland. Nel film ha questo discorso in cui parla del tipo di crisi esistenziale di Peter. Deve aver recitato la scena 30 volte ed erano tutte diverse.

Oltre a Willem Dafoe che aveva già recitato neu panni del Goblin nella Trilogia di Sam Raimi, hanno fatto il loro ritorno anche il Doc Ock di Alfred Molina e l’Electro di Jamie Foxx. Proprio di questo ha parlato, qualche giorno fa, il patron di casa Marvel, Kevin Feige.

LEGGI ANCHE:  Tom Holland fa gli auguri a Zendaya: "La mia MJ" [FOTO]

Non ci è venuto in mente di fare una nuova storia del Goblin, o di fare una storia della Oscorp, o di fare Doc Ock, o chiunque altro fosse stato fatto prima. Per questo Avvoltoio e Mysterio erano i personaggi chiave. Anche mentre li facevamo – e lo dico da anni, prima ancor che mi venisse chiesto – pensavo che non si potesse far meglio di Alfred Molina come Doc Ock. Entrare in quel ruolo sarebbe stato molto, molto difficile.

Cosa ne pensate? Avete apprezzato il ritorno di Dafoe e degli altri? Vi è piaciuto il film? Diteci la vostra nei commenti.