Fiamme Negli Occhi dei Coma_Cose: Spiegazione e Analisi del testo

Fiamme Negli Occhi descrive una passione tanto intensa da essere... "bruciante"

Condividi l'articolo

“Resta qui ancora un minuto
Se l’inverno è soltanto un’estate
Che non ti ha conosciuto
E non sai come mi riduci
Hai le fiamme negli occhi ed infatti
Se mi guardi, mi bruci”

Il ritornello che ormai tutti conoscono e cantano. La prima parte suggerisce che, in presenza di un vero amore, specie se “bruciante”, l’inverno potrebbe trasformarsi in estate: una persona potrebbe completamente cambiare, lasciando libertà alla sua parte solare e gioiosa, che era già lì, nascosta sotto la neve, aspettando solo di venir svelata.

La seconda parte del refrain introduce la famosa metafora del titolo, che viene poi concretizzata dal crepitio del fuoco che si ode alla fine della canzone. Lo sguardo di un amante, lo sa bene chi è stato innamorato, può assumere un’intensità incredibile ed avere effetti devastanti. In questo caso la passione si tramuta in letterale fuoco, che brucia il partner, ma in senso buono.

“Quando ti sto vicino, sento
Che a volte perdo il baricentro
Galleggio in una vasca piena di risentimento
E tu sei il tostapane che ci cade dentro”

Nella seconda strofa canta Fausto Lama, inventandosi su toni più rap altre metafore per descrivere la forza di questo amore quasi insopportabile. Lui esplora brevemente anche gli inevitabili lati oscuri di questo affetto, come il risentimento, che può portare a una totale distruzione: se un tostapane cade in una vasca piena d’acqua, chi ci si trova dentro va incontro ad una brutta fine.

LEGGI ANCHE:  Sanremo 2021: ecco il vincitore della categoria giovani

“Grattugio le tue lacrime
Ci salerò la pasta
Ti mangio la malinconia
Così magari poi ti passa”

Dopo aver indagato la propria tristezza, Lama passa a contemplare quella dell’amante, desiderando placarla. Con una metafora quindi “molto italiana”, grattuggia le lacrime come il formaggio e le usa per salare la pasta; un’immagine accattivante. Cosa significa? Che l’amante è disposto a comprendere ed accogliere la tristezza della partner, per superarla insieme.

“Mentre ondeggi come fa una foglia
Anzi come la California”

In quest’ultimo verso Fausto si ricollega, chiudendo un cerchio, alla strofa ripresa ma interrotta da California; e si sposta sulla seconda persona, per indicare la comunione di vedute e di sentimenti. Oltre ogni dolore e sofferenza, l’amore è ancora intatto, pure se ancora e sempre brucia.

“Resta qui e bruciami piano
Come il basilico al sole
Sopra un balcone italiano”

Quest’ultima mezza strofa, ulteriore metafora legata sempre al bruciare di una passione, stimola anche il cuore dell’italiano medio: chi vive nel nostro paese conosce bene le piante aromatiche, come il basilico. Allo stesso tempo, l’immagine della pianta richiama l’idea di una relazione come qualcosa da coltivare, da curare. Ma anche, sì, da bruciare, da consumare.

LEGGI ANCHE:  Gli Extraliscio vengono invitati a Domenica In ma non suonano: è polemica