Sanremo 2021, la frecciata di Orietta Berti contro l’autotune [VIDEO]

Orietta Berti non le manda certo a dire: vista come nota stonata in un festival che ha deciso di puntare sui giovani, la cantante ha detto la sua sull'uso dei sistemi di modulazione della voce

Orietta Berti
Sanremo 2021, Rai 1, L'esibizione di Orietta Berti
Condividi l'articolo

Tra i tanti artisti che hanno calcato il palco dell’Ariston a Sanremo 2021, una delle più “attaccate” è stata Orietta Berti.

Non tanto per le sue – indiscusse – abilità canore, quanto piuttosto per la scelta di un brano che è in accordo con la sua generazione e che, dunque, appare quanto meno stridente all’interno di una competizione che ha scelto di puntare sui giovani.

Tuttavia Orietta Berti ha cambiato le carte in tavola e, suo malgrado, è diventata protagonista di questo Sanremo 2021.

Prima diventando la protagonista di vari meme ispirati a La Sirenetta per via dell’outfit scelto per la sua prima esibizione, poi per una dichiarazione lasciata a Oggi è un altro giorno, il programma pomeridiano di Rai 1 che in questi giorni offre approfondimenti sulla kermesse sanremese.

In questa occasione Orietta Berti non si è risparmiata e ha lanciato una frecciatina contro i suoi colleghi, rei di utilizzare troppo l’autotune o, in generale, sistemi di modulazione della voce.

LEGGI ANCHE:  Sanremo 2021: Aiello, ecco cosa significa "Sesso e Ibuprofene"

Nello specifico, proprio su questo argomento, Orietta Berti ha dichiarato:

Allora, io voglio fare un comunicato. Io ho cantato con un microfono normale, senza l’aiuto dell’intonazione, come usano quasi tutti qua. E quindi bisogna ribadire questa cosa qui.

Durante la terza serata del festival di Sanremo, quella dedicata ai duetti, Orietta Berti si è esibita insieme a Le Deva con la sua versione della struggente Io che amo solo te.

I voti della serata, responsabilità dell’orchestra, hanno portato Orietta Berti in seconda posizione. Un risultato che l’ha portata ad entrare nella top 10 della classifica generale (ma pur sempre provvisoria).

La cantante, infatti, si è classificata nona, tra Extraliscio e Davide Toffolo e i Maneskin. Che sia merito della sua scelta di non affidarsi all’autotune?