Grease accusato sul web di essere omofobo, sessista e razzista [FOTO]

Su Twitter si è scatenata la polemica nei confronti di Grease, accusato di incitare allo stupro di essere sessista e omofobo.

grease
Condividi l'articolo

In occasione dell’ultimo Boxing Day, la BBC ha deciso di trasmettere nuovamente nel Regno Unito Grease, cult del 1978 diretto da Randal Kleiser e co protagonisti John Travolta e Olivia Newton-John. Sebbene sia un film di oramai moltissimi anni fa, il film ha scatenato sul web un’incredibile bufera di polemiche.

La pellicola come saprete, racconta di una ragazza che diviene sempre più sfacciata per poter conquistare l’uomo dei suoi sogni, il classico bad boy Danny Zuko. Questo passaggio è stato criticato da moltissimi utenti sul web che hanno spiegato come nessuna donna dovrebbe cambiare per piacere ad un uomo.

Ovviamente c’è molto di più. Come potete leggere da questo Tweet il film è stato anche accusato di incitare allo stupro. Questo a causa di una frase della canzone più celebre di tutto il film, Summer Nights, nella quale il coro chiede Tell me more, tell me more, did she put up a fight? (Dimmi di più, dimmi di più, lei ha lottato?). Sequenza che da molti è stato visto come incitazione allo stupro.

LEGGI ANCHE:  John Travolta: curiosità sui suoi migliori 5 film

Grease è stato anche accusato di omofobia. In particolare nella scena nella quale, in occasione della Rydel High Dance, l’annunciatore  Vince Fontaine, invita le persone a non formare coppie dello stesso sesso. Inoltre è sembra agli utenti inglesi, che hanno addirittura chiesto a BBC di non mandare mai più in onda il film, la scena nella quale un ragazzo si sdraia per vedere sotto le gonne delle studentesse del studentesse della Rydell High School. Infine la sequenza nella quale Rizzo viene denigrata per aver fatto sesso senza protezione è stata considerata come un caso di Slut-shaming, mentre la poca se non quasi nulla presenza di personaggi neri ha fatto grida al razzismo.

LEGGI ANCHE:  Anni '70: 21 film da ricordare

Che ne pensate di queste critiche?

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.