10 teorie clamorose che sconvolgeranno la tua concezione di grandi film

0
138915

La maggior parte dei film che guardiamo vengono seguiti linearmente, senza badare a elementi nascosti o interpretazioni alternative che possono ribaltare completamente la visione del film stesso. Eppure qualche volta, anche laddove non sembra, spuntano interessanti e intricate teorie che, da piccoli e banali particolari, riescono a dare nuova linfa a pellicole che pensavamo di conoscere a memoria. In una lista umanamente non numerabile ed in continua espansione, ci sono almeno 10 teorie spaccacervello che sconvolgeranno davvero la tua concezione di alcuni grandi film.

Pulp Fiction – Il vero contenuto della valigetta

Sebbene la valigetta recuperata da Jules Winnflied e Vincent Vega all’inizio del film sia stata definita dallo stesso Tarantino un semplice McGuffin, alcune teorie dei fan la vedono assumere un ruolo decisamente più importante. Infatti, il suo contenuto potrebbe essere l’anima di Marcellus Wallace. Le prove a supporto di questa assurda quanto interessante teoria sono molte. Innanzitutto c’è da sottolineare come, nella tradizione biblica, quando il diavolo prende l’anima di una persona, la preleva da dietro la testa. Proprio da qui è curioso notare come Marcellus Wallace, il boss mafioso a cui appartiene la valigetta, abbia un taglio dietro la testa, all’altezza della nuca, coperto da un cerotto. La combinazione di numeri per aprire la valigetta è, inoltre, quella corrispondente al numero del Diavolo stesso, ovvero 666. Infine, l’aura dorata che la valigia emane e lo stupore che la sua apertura genera, potrebbero indicare la presenza di qualcosa di soprannaturale.

Grease – Realtà o finzione?

Secondo una famosa teoria, tutte le vicende di Grease non sarebbero altro che una proiezione mentale di una morente Sandy. Nella canzone Summer Nights viene fatto intendere come Danny abbia salvato Sandy dall’annegamento in mare: da qui sarebbe poi nata la loro infatuazione e tutte le vicende del film. In realtà si crede che Sandy sia morta annegata, e tutto quello che lo spettatore vede sia una sua allucinazione dovuta dalla mancanza di ossigeno. Le canzoni sarebbero il suo modo per dare un senso a ciò che le sta succedendo, mentre la visione di Danny poco prima di annegare le avrebbe permesso di costruire una dolce fantasia per alleviare il dolore. Il finale, con l’auto che decolla in cielo, corrisponderebbe al momento della morte di Sandy.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here