The Shape of Water di Guillermo del Toro incanta il Festival del Cinema di Venezia

The Shape of Water è il film in concorso per gli Stati Uniti, dal regista Guillermo Del Toro, una favola musical che incanta

0
580
ANSA/CLAUDIO ONORATI

Sembrano lontani i suoi primi film, come Blade II oppure Il Labirinto del Fauno. Film di spessore, almeno quest’ultimo, che hanno incantato una fetta di pubblico disposto a prendersi qualche piccolo spavento pur di gustarsi un film di Guillermo Del ToroThe Shape of Water sembra voler andare a guardare direttamente alla palmares dei leoni d’oro, come anche sta guardando agli Oscar. Un cast ricco di attori importanti, come Sally Hawkins, Michael Shannon, Richard Jenkins, Doug Jones, Michael Stuhlbarg e Octavia Spencer.

USA, 1963, in piena guerra fredda. Una ragazza muta si innamora di un mostro, un uomo pesce. Citando Wiredi, il film di Guillermo Del Toro è un viaggio verso una sessualità profonda, quasi estrema come quelle acque in cui si bagna l’uomo pesce.

Ecco cosa ha dichiarato il regista a Venezia:

Il modo migliore per raccontare le cose, anche quelle serie, è la favola – dice al Lido il regista messicano de Il labirinto del fauno -. Verso le favole gli adulti non hanno difese. Appena gli dici ‘c’era una volta’ tutti si lasciano andare”. E aggiunge: ”Nonostante sia un film d’epoca, il film tratta in fondo di argomenti contemporanei. L’America di oggi non è molto diversa di quella di allora, c’è ancora il razzismo, il sessismo e la paura del futuro, ma per fortuna anche l’amore che è la forza più grande del mondo

Fonte: Ansa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here