Luca Ward contro la chiusura di Teatri e Cinema: “Delirio!” [FOTO]

Anche Luca Ward si inserisce nella schiera di personaggi pubblici che mostra malcontento per la decisione di chiudere le sale

luca ward
Luca Ward si scaglia contro la decisione del governo di chiudere di nuovo le sale

Non appresta a fermarsi la polemica a seguito del nuovo Dpcm di Conte che porta alla chiusura dei cinema e dei teatri: anche l’attore e doppiatore Luca Ward ha deciso di dire la sua.

Il nuovo decreto ministeriale, con lo scopo di arginare il contagio e mettere un freno alla pandemia, ha sancito la chiusura delle sale cinematografiche e dei teatri.

Un colpo molto duro per l’industria dell’intrattenimento, che non solo ha speso molti soldi per conformare le strutture alle necessità per salvaguardare la sicurezza dei clienti, ma che è andata incontro anche a molti slittamenti di grandi titoli delle major.

Tuttavia la scelta del presidente del Consiglio è andata incontro a moltissime polemiche, dall’appello di attori e registi che chiedono di rivisitare la situazione a molti personaggi che decidono di dire la propria.

Lo ha fatto Luca Ward sul suo profilo Facebook, dove ha condiviso un’immagine che mostra il reale rischio di contagio da Covid-19 all’interno di una sala, aggiungendo alla foto il commento che recita: Delirio!

Nell’immagine condivisa si legge che in un periodo di osservazione che va dal 15 Giugno al 10 Ottobre, per un totale di 2.782 spettacoli e una media di 347.262 spettatori c’è stato solo un caso di contagio.

Nei commenti del suo post Luca Ward rende più forte il suo invito a condividere quella che, a suo dire, è una decisione sbagliata da parte del governo. Ha scritto:

Condividete, ci siamo anche noi, ci sono tantissime famiglie di chi lavora dietro i palcoscenici scintillanti.

Non è la prima volta che Luca Ward scende in campo per la difesa del cinema a seguito della pandemia che ha messo in ginocchio il mondo.

È infatti sua la voce che accompagna le immagini de Il cinema non si ferma, il film di Marco Serafini che ha raccontato il lockdown per gli italiani.

Per altre news e aggiornamenti continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com