Mondocane, il nuovo film con Alessandro Borghi [FOTO]

Alessandro Borghi come De Niro in Taxi Driver nel nuovo film

Mondocane Alessandro Borghi
Mondocane con Alessandro Borghi
Condividi l'articolo

Mondocane è l’opera prima del regista Alessandro Celli. Nel film, ambientato in una Taranto del futuro, il protagonista è interpretato da Alessandro Borghi.

L’attore di Suburra – La serie (QUI data e trailer della terza stagione su Netflix) interpreta un personaggio a capo di un gruppo di criminali che abita nella città. In questo futuro, Taranto è una specie di New York del film 1997: Fuga da New York di John Carpenter, dato che è diventata una città circondata da filo spinato in mano alla criminalità (non è una prigione) e nessuno ci vuole più entrare.

Alessandro Borghi interpreta Testacalda, mentre il Mondocane del titolo è un ragazzo di nome Pietro. Questo insieme all’amico Christian vuole entrare nella band capeggiata da Testacalda che si chiama Le Formiche.

Al contrario di molte altre sue apparizioni, Borghi mostra un look incredibilmente diverso che ricorda quello di Robert De Niro in Taxi Driver di Martin Scorsese.

LEGGI ANCHE:  Box Office Italia, Sulla Mia Pelle e Kore'eda i migliori in un weekend debole

Nel cast figurano pure Barbara Ronchi, Ludovica Nasti, Josafat Vagni e Federica Torchetti e per la prima volta sullo schermo Dennis Protopapa e Giuliano Soprano.

Prodotto da Matteo Rovere, il film è una produzione Groenlandia con Rai Cinema. Il film si sta attualmente girando tra Roma e Taranto.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news e approfondimenti sul mondo del cinema e delle serie tv!

Se siete abbonati Netflix potrebbe interessarvi anche:

Netflix: ecco le Scadenze di Settembre 2020 [LISTA]
Netflix: Le uscite di Settembre 2020 sono imperdibili [LISTA]
Away, Recensione della Serie Netflix con Hillary Swank
Netflix Gratis: Il colosso dello streaming rende disponibili film e serie TV
The Haunting of Bly Manor, ecco il trailer del sequel di Hill House di Netflix

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su Lasciammiapensa.com.