Ozzy Osbourne: “Una reunion dei Black Sabbath? Non esiste”

Niente più Black Sabbath con Ozzy. Mai più, sembra

Ozzy Osbourne
Ozzy Osbourne (in una sua vecchia esibizione) nel video di "Ordinary Man". Credits: Ozzy Osbourne / YouTube

Ozzy Osbourne è lapidario, è il caso di dirlo, su una possibile reunion con lo storico gruppo metal

Ozzy Osbourne dice che con i Black Sabbath “ha chiuso”. Non è la prima volta che lo dice, certo, ma stavolta sembra dire sul serio. Le motivazioni per cui Ozzy sembra irremovibile dalla sua decisione di non riunirsi più ai compagni di band con cui ha fatto la storia sono in realtà svariate.

Primo, c’è il suo morbo di Parkinson, svelato da poco e che gli causa non poche difficoltà, nella vita quotidiana come nella sua attività nel mondo dello spettacolo. Secondo, la sempre difficile situazione con il COVID-19, che rende estremamente complicata, ora, l’idea di esibirsi per qualunque artista musicale.

C’è poi un motivo più personale: quando nel 2017 il gruppo ha suonato il proprio “concerto d’addio” (sappiamo che queste sono sempre parole grosse nel rock), erano tutti presenti tranne il batterista originale del gruppo, Bill Ward. Oggi Ozzy rimpiange di non aver fatto quel concerto con lui.

Black Sabbath – Paranoid, live 2017

Mi sono sentito davvero male per quello. Sarebbe stato molto bello. Non so quali fossero le circostanze dietro [alla sua assenza], ma sarebbe stato bello” dice Ozzy. Nel tour finale dei Black Sabbath, conclusosi il 4 febbraio 2017 a Birmingham, il batterista era stato sostituito da Tommy Clufetos.

I Black Sabbath hanno pubblicato il loro primo, storico album nel 1970, definendo da subito stilisticamente quello che di lì a poco sarebbe stato chiamato heavy metal. Il disco, assieme a Paranoid e a una serie di altri capolavori, ha contribuito a rendere il gruppo leggendario.

Nel corso di quasi cinque decadi di attività, la band ha cambiato moltissimi musicisti, tra cui alcuni anche molto importanti, come Ronnie James Dio. In ogni caso il progetto è sempre girato attorno alla figura del chitarrista visionario Toni Iommi, lo stesso che ora spinge per un’ulteriore “reunion”. Riuscirà a convincere Ozzy?

Fonte: Spin

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.