15 curiosità su Source Code che forse non conoscevi

Ecco alcune curiosità su Source Code, il film di Duncan Jones con Jake Gyllenhall e Vera Farmiga

Source code
Jake Gyllenhaal in Source Code
Condividi l'articolo

Stasera, alle 23.05 su Rai Movie verrà trasmesso Source Code, il film di Duncan Jones, interpretato da un cast guidato dall’ottima prova offerta da Jake Gyllenhaal nei panni di un soldato che si risveglia nel corpo di un insegnante e che fa parte di un esperimento governativo volto a impedire l’esplosione di una bomba sul treno.

Duncan Jones, figlio del noto cantante David Bowie, è senza dubbio uno dei registi più interessanti del panorama hollywoodiano. Source Code rappresenta il momento di passaggio per il regista dal cinema di qualità indipendente, con Moon, e l’esplosione nei blockbuster, con Warcraft – L’inizio.

In occasione del passaggio televisivo del film ecco alcune curiosità.

Musica, maestro

Durante le riprese Jake Gyllenhaal indossava un auricolare. In esso il regista cominciava a fargli sentire della musica nei momenti più disparati. Questo faceva sì che, sullo schermo, il protagonista apparisse verosimilmente confuso e smarrito.

Tutto è iniziato con Jake Gyllenhaal

L’attore di Donnie Darko e Night Crawler si è lasciato subito irretire dalla storia di Source Coude. Era nel team produttivo ancor prima che Duncan Jones salisse a bordo del progetto e ne prendesse le redini.

LEGGI ANCHE:  Enemy - Recensione film
Source Code
Jake Gyllenhaal in una scena di Source Code

La vera location

La storia di Source Code è quasi interamente ambientata nella città ventosa di Chicago. Nonostante la localizzazione geografica molto precisa, la maggior parte delle riprese si sono svolte a Montreal, in Canada.

Source Code: la stazione nel parcheggio

Dal momento che i proprietari del vero tratto ferroviario in cui Duncan Jones voleva girare cambiarono all’ultimo gli accordi economici, venne costruita una finta stazione in un parcheggio di macchine.

L’ingresso di Vera Farmiga

Vera Farmiga dichiarò di aver accettato il ruolo di Colleen Goodwin nel febbraio del 2010, proprio quando si trovava all’inizio della sua gravidanza. Per questo filmò tutte le sue scene in appena dieci giorni.

Vera Farmiga in una scena di Source Code

Una sceneggiatura impossibile

Prima che iniziassero le riprese di Source Code, la sua sceneggiatura appariva all’interno della Black List che circola in quel di Hollywood e che ha lo scopo di includere tutte le sceneggiature che con molta probabilità non verranno realizzate.