Jake Gyllenhaal parla del fatto di essere legalmente cieco

Intervistato da The Hollywood Reporter, Jake Gyllenhaal ha parlato del fatto di essere legalmente cieco

Jake Gyllenhaal, enemy
Condividi l'articolo

Parla Jake Gyllenhaal

Seguiteci sempre su LaScimmiaPensa e iscrivetevi al nostro canale WhatsApp

Jake Gyllenhaal è uno degli attori più amati e apprezzati al mondo. Sono decine le sue performance che sono rimaste negli occhi degli spettatori. E in tutti questi suoi lavori è veramente difficile notare il grave handicap con cui convive. L’attore di Nightcrawler, parlando con The Hollywood Reporter, ha infatti rivelato di di essere legalmente cieco essendo nato nato con un occhio pigro.

Gyllnhaal è infatti costretto a indossrea lenti correttive intensive da quando ha circa sei anni. Ha che gli piace pensare alla sua disabilità visiva come “vantaggiosa” quando si tratta di recitare.

Non ho mai conosciuto nient’altro – dice Jake Gyllenhaal. Quando non riesco a vedere la mattina, prima di indossare gli occhiali, mi trovo in un posto dove posso stare con me stesso

L’attore ha anche ammesso che a volte si toglie intenzionalmente le lenti sul set se deve girare una scena particolarmente difficile. Nel 2015 ad esempio, Jake Gyllenhaal ha recitato insieme a Forest Whitaker e Beau Knapp in Southpaw. E per girare una sequenza in cui un agente di polizia racconta al suo personaggio che sua moglie è morta, ha deciso di togliere le lenti in modo da poter “ascoltare più da vicino”.

Non è la prima volta che l’attore parla apertamente della sua disabilità. Parlando con The Telegraph nel 2017 ha detto di essere stato un “bersaglio facile” per i bulli da bambino a causa dei suoi occhiali correttivi.

LEGGI ANCHE:  Il libro fittizio su cui è basata la filosofia di Donnie Darko

Sono sempre stato un bambino sensibile – ha detto in quel caso

Che ne pensate=